Utente 351XXX
Buongiorno gentilissimi dottori,
sono una ragazzo di 31 anni e da circa 6anni ho il fenomeno di raynauld. Ultimamente sono diventato un po ansioso per non dire ipocondriaco, navigando su internet ho letto che spesso il fenomeno di raynauld è associato alla sclerodermia.
A suo tempo andai da una reumatologa la quale mi prescrisse una serie di analisi (tutte negative, compresa ana e ena) una capillaroscopia la quale è risultata normale e una risonanza magnetica all'encefalo e al tronco cervicale con mdc che non ho eseguito per paura dell'effetto delle radiazioni.
Mi prescrisse di usare il trental per due mesi ma che non ho preso.
Adesso vi chiedo in base ai dati forniti (spero che siano sufficienti) se il fenomeno di raynauld che si manifesta poche volte l'anno soprattutto quando fa freddo è fine a se stesso oppure sono affetto anche da sclerodermia?!
Da premettere che soffro di ipertiroidismo dall'età di 16anni (questo fenomeno è correlato alla tiroide??) e ho un lieve prolasso della valvola mitrale quindi potrebbe essere di natura vascolare dato che ho notato una presenza massiccia di nei rossi (angiomi) sul mio corpo?

Vi ringrazio in anticipo, buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Le manifestazioni cliniche correlate al fenomeno di Raynaud sono dovute a meccanismi di vasospasmo che possono essere provocati da varie cause. Fortunatamente nella maggior parte di casi la natura è simpaticotonica (forti emozioni, eccessiva sensibilità al freddo). Talvolta invece questo sintomo può comparire all'esordio di malattie del connettivo, in special modo in corso di sclerodermia. Nel suo caso la negatività degli esami immunologici e della capillaroscopia ci rassicurano da questo punto di vista. Raramente il fenomeno di Raynaud può anche comparire tra i sintomi imputabili alle malattie della tiroide e ancor più raramente nella cosidetta "sindrome dello stretto toracico". Riterrei quindi utile a completamento degli esami eseguiti anche l'esecuzione di una radiografia del torace. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 351XXX

La ringrazio per la risposta e per la rassicurazione, appena mi sarà possibile eseguirò un rx al torace. Le volevo inoltre chiedere se era il caso di ripetere gli esami svolti oppure posso stare sereno che questo fenomeno è di sola natura simpaticotonica?!

Grazie e buona giornata.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
No è sufficiente la radiografia. Cordialità
Mauro Granata

[#4] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno,

ecco il risultato della radiografia al torace:
Non appezzabili lesioni infiltrative parenchimali in atto.
Regolare morfovolumetria cardiaca. Diaframma regolare.
Seni costofrenici liberi.

Questo invece è il risultato di un' ecografia all'addome svolta il mese scorso:
Fegato normale pe dimensioni, margini ed ecostruttura.
Assenza di dilatazione delle vie biliari interna ed extra epatiche.
Asse spleno portale regolare per decorso e calibro
Colecisti alitiasica
Nulla alle zone pancreatiche esplorabili
Milza normale per dimensioni ed ecostruttura
Reni normoconformi, con regolare spessore parenchimale
Assenza di dilatazione delle varie cavità escretrici
Vescica alitiasica, con pareti regolari
Prostata di dimensioni normali
Aorta non ectasica
Non evidenti adenopatie intercavo aortiche

Adesso vi chiedo, in base ai risultati di questi ultimi esami se posso stare sereno, oppure se è consigliabile l'uso del trental, che non ho mai preso, e se si per quanto tempo

Grazie e buona giornata.

[#5] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La pentossifillina è un vasodilatatore spesso utilizzato nel trattamento del Raynaud con un suo specifico profilo di efficacia e sicurezza. In genere viene assunto a dosaggi variabili e per lunghi periodi, specialmente durante i mesi invernali quando i sintomi tendono ad essere più floridi. È comunque opportuno che la prescrizione sia fatta da un collega dopo averla visitata di persona. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#6] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno gent.mi Dottori,
riapro questo post a distanza di quasi un anno per esporre le mie preoccupazioni. Purtroppo informarsi su internet è un'arma a doppio taglio per un soggetto ansioso come me e sono ancora alle prese con questo fenomeno che non mi abbandona soprattutto nei mesi invernali, considerando poi che quest'anno è stato uno tra i più rigidi credo addirittura di essere peggiorato.
Vi elenco altri miei sintomi che spero possono essere utili a migliorare la mia situazione: il fenomeno di Raynaud alle mani si presenta solo su un dito, il medio con precisione, con poche manifestazioni, circa mi è capitato un tre/quatro volte nel corso di un anno, mentre ai piedi non so se si tratti di raynaud in quanto è la pianta del piede che spesso cambia colore ma appena sollevo i piedi dopo un po' riacquista il colore naturale oppure basta fare una doccia calda. Poi durante la vita endocrina che svolgo ogni anno causa nodulo e tiroidite di Hashimoto gli ho fatto notare che sul dorso delle mani sia dx che sx ho tre puntini rossi che hanno un contorno di colore diverso ma che appena le mani si dilatano con il caldo o con una doccia, spariscono e riprendono un colore normale..il Dottore li ha chiamati vasospasmi che sono sempre correlati al fenomeno di Raynauld ma non mi ha dato ulteriori notizie se non ripetere le analisi del Ves che sono risultate nella norma e di indossare sempre guanti.
Diciamo che sono pieno di dubbi e preoccupazioni qundi Vi chiedo, in base a queste ulteriori info, se è il caso di ripetere qualche analisi, di preoccuparmi per qualcosa di più serio, se la tiroidite di Hashimto possa incidere qualcosa..

Grazie e buona giornata

[#7] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Per seguire l'evoluzione del fenomeno di Raynaud è opportuno proseguire il follow up specialistico presso il suo reumatologo di riferimento. Cordialità.
Mauro Granata

[#8] dopo  
Utente 351XXX

Grazie Dottore per la rapida risposta, senz'altro dopo la visita cardiologica che svolgero a giugno, andrò di nuovo dal reumatologo. Però il mio intento era quello di ricevere rassicurazioni in merito a questo fenomeno avendo gia svolto a suo tempo la capillaroscopia con esito nella norma, tutti gli esami del sangue (ana,ena ecc) tutti negativi ed rx torace.

Grazie.

[#9] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Rassicurare le persone preoccupate per la loro salute è una nobile aspirazione che ogni medico dovrebbe perseguire. È però importante un approccio realistico in grado di escludere tutte le possibili malattie. Vedrà che andrà tutto per il meglio.
Mauro Granata

[#10] dopo  
Utente 351XXX

Grazie, lo spero anch'io soprattutto considerando che orami convivo con questo fenomeno da sette/otto anni ed il fatto che si presenti sporadicamente solo d'inverno ha contribuito a trascurare le visite mediche periodiche.
Grazie e buona giornata

[#11] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
;)
Mauro Granata