Utente 402XXX
Salve sono una ragazza di 25 anni molto preoccupata. Non ho mai avuto problemi di salute organici, sono una sportiva ( corsa amatoriale ). Circa 10 giorni fa sono andata a fare jogging come sempre ma tornata a casa ho avvertito un po di dolore al ginocchio ma in una zona che in base alle immagini su internet mi sembra sia la zona della zampa d'oca. Ho ignorato il dolore pensando fosse uno stiramento. Ho fatto un altra corsa 3 giorni dopo ma il dolore si è acutizzando così ho messo voltaren e ho fatto riposo. Dopo un paio di giorni il dolore era quasi sparito ma una sera si è improvvisamente gonfiato il dito mignolo della mano. Inizialmente era dolente poi ho messo voltaren si è un po sgonfiato e ho recuperato la quasi totale mobilità. Il problema è che da allora ho iniziato ad avere dolori a tutta la mano compreso polso., anche all'altra mano ; dolore alla schiena solo parte dorsale, dolore nuovamente al ginocchio e anche dolore alle caviglie. I dolori si intervallano tra di loro ossia passano in un punto e subito dopo si acutizzano in un altro. Non sono sempre contemporaneamente simmetrici cioè può farlo male una mano poi passa e da male l'altra o un altra articolazione. Però capita anche che siamo contemporanei. Il tutto è stato accompagnato da debolezza muscolare e inappetenza però entrane adesso sono migliorare tranne i dolori articolari che sono proprio brucianti.
Ora aggiungo che ho la psoriasi; come manifestazioni cutanee ho solo piccolissime macchie sotto i gomito che non tratto perché sono quasi nulle.. Ho la dermatite seborroica sul cuoio capelluto, ultimamente è peggiorata perciò mi viene il dubbio se non sia in realtà psoriasi. I dolori si acutizzano la sera, al mattino mi sembra di non essere rigida , nuovo le mani forse sono un po gonfie ma è sempre stato così. Ho sempre avuto le mano gelide non so se sia collegato. Non so cosa pensare, l'unica cosa prima di questa settimana è che sentivo i muscoli intorpiditi compresi i piedi specie mentre correvo o camminavo ma ho sempre legato la cosa al freddo. Mi dica cosa fare, il medico che ha toccato il mignolo gonfio ha detto che si trattava di un trauma ma ancora non erano comparsi altri dolori. Mi consigli sono disperata . Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giacomo Maria Guidelli

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROZZANO (MI)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Buonasera,

innanzitutto non tutte le persone affette da psoriasi sviluppano un'artrite.
Nel suo caso ci sono elementi che potrebbero far pensare ad un'artrite (in particolar modo il dito gonfio), ma credo che sarebbe utile vedere un reumatologo. Solo un'accurata visita può aiutare a capire se ci troviamo davvero di fronte a una malattia infiammatoria.

Il suo medico le ha parlato di trauma al dito, ma questo trauma c'è stato veramente?
La diagnosi di psoriasi è stata effettuata da un dermatologo?

Probabilmente sarebbero utili esami del sangue, come VES e PCR tanto per iniziare.

Cordiali saluti
Dr. Giacomo Maria  Guidelli

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Buonasera dottore grazie mille per avermi risposto. Mi sono fatta visitare dal medico di base due giorni fa e toccandomi le articolazioni e facendo mi l'esame obbiettivo con stetoscopio,palpazione addome ,linfonodi ,pupille e gola secondo lui non ho nulla. Ha affermato che le articolazioni non sono ne calde ne gonfie e quindi non può esserci nulla. Ha detto che i miei sono problemi psicosomatici. Premetto che ho sofferto in modo importante di attacchi di panico questa estate, li ho superati solo con la forza di volontà in quanto ho rifiutato di assumere lo xanax prescritto. Ammetto anche che nonostante non abbia più avuto manifestazioni esplicite di attacchi ma solo ogni tanto un principp di disturbo d'ansia caratterizzato da tachicardia,vertigini e dispnea,non sono ugualmente serena interiormente perché vivo da più di un anno un periodo di insoddisfazione interiore e scarsa autostima. Il mio dottore mi ha prescritto in ogni caso ves e pcr anche se le ultime analisi le ho eseguite a ottobre e questi valori erano rispettovamehte 7 e 0,2. È possibile che in pochi mesi possano cambiare in caso di un artrite reumatoide o psoriatica?
Per quanto riguarda la psoriasi mi è stata diagnosticata da bambina dove le placche cutanee erano più estese ma sono più di 13 anni che non ho manifestazioni a parte qualche placca di pochi millimetri che neanche curo e aspetto vadano via da sole cosa che succede in un paio di mesi. La dermatit seborroica a mi è stata diagnosticata da un dermatologo ma ultimamente è aumentata e lo shampoo farmaceutico apposito non lava più perciò ho pensato che potesse essere invece psoriasi. Questa comunque è una malattia comune nella mia parentela.
Per quanto riguarda il dito ora lo muovo bene anche se a me sembra più grande dell'altro ma forse sono solo diverso e io non ci avevo mai fatto caso. Non ho preso nessuna botta però il pomeriggio cucinai dei biscotti e non ho mai cucinato perciò a questo punto non so se la concitazione ha potuto farlo gonfiare ( anche se è successo diverse ore dopo mentre giocavo a carte). Onestamente dopo le parole del medico non ho più dolori così forti ( un po ci sono però la sera e basta) tanto che ho deciso di non prende il brufen che mi sono voluta far prescrivere.
So che non è la sezione giusta ma secondo lei una sorta di depressione può portare a tutti questi sintomi? O non so magari l'ansia che ho collegato al dito gonfio mi ha a stentato questa reazione.. In ogni caso eseguirò le analisi domani. Grazie e mi scusi se mi sono dilungata.

[#3] dopo  
Dr. Giacomo Maria Guidelli

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROZZANO (MI)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Beh, diciamo che a considerare i dolori come psicosomatici siamo sempre in tempo.

Vediamo intanto le analisi come sono, e se i dolori sono modesti, le posso anche suggerire una strategia attendista. Cioè monitorare nel tempo la sintomatologia.

Diciamo che i possibili campanelli di allarme potrebbero essere:
-dito gonfio come un salsicciotto
- dolore alla schiena notturno
- sollievo durante il movimento
- episodi di tendinite (es gomito, tendine di achille, pianta del piede)
Dr. Giacomo Maria  Guidelli

[#4] dopo  
Utente 402XXX

Si certo ora le faccio e continuo a controllare. Ad esempio adesso mi brucia il polpaccio di una sola gamba e la caviglia ...
Quando si è gonfiato il dito non era una cosa evidentissima però io ho le dita molto magre. E sicuramente dolori e bruciori li ho ancora anche se diminuiti. Mal di schiena di notte no e quando mi viene mi fa male il dorso esclusa la colonna , la cervicale e la parte bassa. Grazie mille per avermi risposto magari le allegherò le analisi. Buona giornata!