Utente 125XXX
Salve, scrivo per una situazione riguardante mia madre. Mia madre ha 65 anni, è alta 1.70 cm e pesa 56 kg.
Ha effettuato una risonanza magnetica senza contrasto per farti dolori al collo che non le permettevano di seguire un tenore di vita adeguato (spesso era costretta a portare il collare, unico strumento che le dava un po' di sollievo). Si è sottoposta a cure farmacologiche tipo Dicloreum e muscoril, senza alcun esito. Ha così effettuato una risonanza magnetica all'encefalo e tronco encefalico, il quale risultato mi preoccupa un po'. Nella risposta sono riportate tali parole: "In corrispondenza del parenchima cerebrale a sede bilaterale si riscontrano alcune alterazioni di segnale di forma grossolanamente micronodulare la maggiore delle quali disposta a sede insulare destra delle dimensioni intorno ai mm. 6. Le alterazioni non mostrano edema perilesionale. Il loro aspetto risulta pertanto aspecifico. Può trattarsi sia di esiti vascolari ischemici che esiti di una possibile malattia infiammatoria. Non si può escludere di alcune di esse l'aspetto evolutivo e può essere pertanto opportuno riconsiderarle previa somministrazione di mezzo di contrasto per via endovenosa." Il resto è tutto regolare, ma queste considerazioni mi preoccupano. Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ricevendo risposte in questa area Le consiglierei di ripostare in area NEUROCHIRURGIA

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com