Utente cancellato
Dottore volevo gentilmente chiedere se a suo avviso la diagnosi è plausibile .
ANAMNESI:
Dolore inferiore e sacrale descritto come tensione che limita il movimento ed in flessione. Recede con l'attività fisica. Non eventi scatenanti, nega febbre, nega disturbi dell'alvo. Riferisce precedente riscontro radiografico di anterolistesi L5S1 di lieve entità
ESAME OBIETTIVO:
Scoliosi DL con gibbosità sinistra e asimmetria delle creste iliache anche per rotazione anteriore emibacino destro. Dolorabili alla palpazione le sacroiliache in particolare a destra. Retrazione catena muscolare posteriore bilaterale, più marcata a destra, maggiore sviluppo muscolare arto superiore e dorsali a sinistra ( compatibile con attività fisica tenni)
DIAGNOSI:
Algie sacrali da verosimile alterazione posturale in scoliosi DL e asimmetria dello sviluppo muscolare del tronco ed AASS da pratica sportiva.
Utile a tal fine attività guidata.
Utile esami ematochimici ( VES, PCR) per escludere quadro infiammatorio sistemico, peraltro improbabile.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Entrare nel merito di un orientamento diagnostico, espresso correttamente da un collega dopo una regolare anamnesi ed un preciso esame obiettivo, stando seduto davanti al monitor di un PC è sbagliato e rischioso. L'unico commento che mi sento di fare è che in caso di dubbio su un eventuale sacro ileite sarebbe necessario procedere con un esame di imaging come una RMN eventualmente abbinato ad un esame funzionale come una scintigrafia ossea, considerando che gli indici di flogosi nell'ambito di queste malattie sono spesso muti. Cordialità.
Mauro Granata

[#2] dopo  
397542

dal 2016
La ringrazio per la sua risposta. In realtà Dottore sono stato io a dire alla Dott.ssa che ho un leggero pitting ungeale ( visto dal dermatologo, segno di predisposizione psoriasica a suo dire) e che temevo un artrite psoriasica con coinvolgimento della schiena. Lei per rassicurarmi mi ha appunto messo la VES, però come vede ha aggiunto "quadro sistemico peraltro improbabile". La Dott.ssa mi ha fatto le manovre per verificare la provenienza del dolore e mi ha chiesto se ho problemi nel sonno ( no) e si migliora con l'attività (neutro)
Quello che io volevo chiederle, come reumatologo, è se la rotazione del mio bacino e l assimetria del tennis possono in effetti creare questa tensione alle articolazioni sacro-iliache o se è meglio che mi affidi ad un'altra campana perchè proprio questa diagnosi non sta in piedi.
La ringrazio nuovamente.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Potrebbe, ma come ho già avuto modo di dire non è davanti ad un computer che si può dare un giudizio esaustivo. Saluti cordiali.
Mauro Granata