Utente 100XXX

Salve, le vorrei proporre il mio caso. Da circa un anno e mezzo ho dei dolori molto forti alla pianta dei piedi, di notte. Il dolore è talmente forte che spesso mi sveglio e per istinto mi massaggio la pianta dei piedi e sembra di trovare sollievo. Devo dire che questo dolore dalla pianta dei piedi si estende a tutto il piede, e se tocco le ossa sento un forte dolore. Il dolore stesso è molto accentuato soprattutto alla gamba destra, in quanto sempre a destra a volte il dolore si estende dalla pianta del piede all'intera coscia. Come detto prima massaggiando la pianta almeno per un pò si allevia il dolore, ma purtroppo è un sollievo momentaneo in quanto appena mi riaddormento inizio a svegliarmi in continuazione perchè il dolore si riacutizza sempre. Al mattino mi sveglio con forti dolori ad entrambi i piedi, e l'altra mattina per curiosità ho controllato e il piede sinistro era anche gonfio. Quando poi devo alzarmi dal letto, faccio una fatica enorme in quanto ho poca forza e i piedi mi fanno molto male, tutto questo poi si va alleviando in mattinata in quanto inizio a camminare e per il resto della giornata sto bene. é un dolore che si presenta solo di notte ed è davvero forte. Ora vorrei capire cosa posso fare, quale accertamenti devo fare, e cosa può essere secondo lei?. La ringrazio anticipatamente per una eventuale risposta.

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
in tutto questo tempo quali visite specialistiche ha effettuato per chiarire le cause del suo disturbo e quali sono stati i referti dei colleghi consultati?
Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 100XXX

Salve dottore, ineffetti a parte le analisi del sangue, non ho effettuato altro. Il mio medico di base non sa dirmi nulla, ora mi ha indirizzato verso un reumatologo, avendo riscontrato nelle analisi il ves leggermente + alto del normale. Vorrei poter fare accertamenti + specifici, perchè il disturbo persiste ma non saprei proprio da dove iniziare.

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Bene, una visita reumatologica è certamente un primo passo importante.
Saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica