Utente
Buongiorno dottore, sono una ragazza di 22 anni, le scrivo per parlarle dei miei dolori iniziati più o meno due anni fa... il tutto è iniziato con dolori alle gambe, alla schiena, alla pancia e comunque sono dolori che migrano e se ne formano spesso di nuovi.

Ho fatto tante visite, rm, elettromiografia, esami del sangue, gastroscopia, tutti normali a parte un ernia lombare e ernia iatale.

Io da sempre sono una persona ansiosa, soprattutto quando si tratta di dolore fisico e non nego che l’ansia è sopraggiunta e per i dolori dolori toracici e alle gambe mi sono recata anche in pronto soccorso dove mi ha visitato una reumatologa che a sospettato la fibromialgia.

Così ho fatto tante visite tutte negative e ho visto un altro reumatologo il quale ha negato la Fibromialgia (però devo dire che non mi ha praticamente visitato).

Io ad oggi tutti questi dolori li ho ancora, ci sono periodi che vanno quasi a zero (tranne il dolore alle gambe) ma altri tipo adesso che ogni giorno mi sveglio con qualcosa di diverso e apparentemente senza motivo.

Non hanno mai creduto che io avessi realmente qualcosa di fisico, ma hanno sempre tutti pensato che io somatizzassi e a questo punto forse devo convincermi che sia così.

Sono stata anche da una psichiatra con la quale ho iniziato una cura di antidepressivi, che ho smesso dopo 8 mesi, in quel periodo moralmente stavo molto meglio anche se i dolori fisici non sono scomparsi, ma diciamo che è stato un periodo positivo.

Oggi però non so cosa devo fare, se rassegnarmi e sopportare o continuare a cercare una spiegazione che non sia la somatizzazione.
In ogni caso la ringrazio e mi scuso del papiro, buona giornata.

[#1]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Confermare o confutare una diagnosi specifica in questo ambito così particolare di consulenza specialistica è praticamente impossibile. Se questa affermazione è valida in generale diventa ancora più vera in merito ad una eventuale diagnosi di sindrome fibromialgica per la quale la valutazione è essenzialmente clinica. Ciò detto non è assolutamente da escludere che un soggetto affetto da una patologia funzionale possa ammalarsi di un’altra patologia di origine organica come per esempio una artropatia infiammatoria. È perciò indispensabile affrontare il problema de visu con uno specialista che, questa volta visitandola, sia in grado di orientare la diagnosi corretta. Un saluto cordiale.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio davvero per la tempestiva risposta e comprendo bene che sia impossibile una valutazione online. Secondo lei che specialista dovrei confrontare?
Buona domenica.

[#3]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Uno specialista in reumatologia mi sembra il più adatto. Cordialità.
Mauro Granata