Utente 114XXX
Mia nonna è alla soglia dei 60 anni.
Da circa due anni soffre di polimialgia reumatica,
e sta facendo una cura a base di medicinali cortisonici.
Lei vive in una località molto calda e in questo
periodo sostiene di provare un aumento dei dolori,
Mi chiedevo, è possibile che il caldo alteri la sua malattia e
quindi sarebbe meglio a esporsi meno?
Inoltre, il calore emesso da un forno, può anch'esso alterare la malattia?
In quanto, nonna è una ormai ex panettiera, che ogni tanto si dedica
alla sua professione.

[#1] dopo  
3903

Cancellato nel 2010
Il caldo su tutte le malattie infiammatorie aumenta la flogosi della malattia stessa in questo caso della polimialgia reumatica, evitare quindi questo tipo di noxa è preferibile.