Artrosi diffusa

Buongiorno,
Sono un ragazzo di 32 e da 4/5 anni soffro di dolori diffusi in tutte le articolazioni.

Sono stato da più reumatologici per escludere patologie infiammatorie e ad oggi fortunatamente sia dalle analisi che all’esame obiettivo non sono presenti dolori riconducibili ad un’infiammazione articolare.

Il problema è che nel tempo questi dolori hanno creato in me una forte componente ansiosa e ipocondriaca che mi ha spinto ad indagare da solo tramite RX e risonanze magnetiche alla ricerca di eventuali problematiche articolari.

In piu con il tempo ho notato che tutte le mie articolazioni emettono scrosci continui (come quando si spezza uno stuzzicadenti).

La cosa che più mi preoccupa è che ad ogni ricerca che ho effettuato è saltato fuori un problema artrosico praticamente in ogni articolazione (minima disomogeneità acromion-claveare bilaterale, discopatie degenerative C4/C7 D7/D11 L4/L5, meniscosi bilaterale, osteosclerosi dei tetti acetabolari).

Perciò sono qui a chiedervi se esiste una patologia che possa spiegare tutti questi danni o fanno semplicemente parte di un quadro fisiologico.

Grazie a chi vorrà rispondermi e magari tranquillizzarmi
[#1]
Dr. Mauro Granata Reumatologo, Medico internista, Geriatra 2.8k 114
Gentile utente il riscontro radiologico di una condizione artrosica non giustifica la sintomatologia riferita. Uno degli equivoci più comuni nella pratica clinica reumatologica è che l’artrosi di per sé possa giustificare una condizione dolorosa. Se questo può essere vero in casi selezionati, in genere la sintomatologia riferita è dovuta all’impegno di strutture extra articolari coinvolte nella patologia degenerativa del complesso articolare. Esistono poi condizioni come la ormai stranota sindrome fibromialgica che possono indurre una amplificazione delle sensazioni articolari e generare dolore, ansia e depressione. Sarà perciò opportuna una rivalutazione della situazione alla luce di queste considerazioni. Un caro saluto.

Mauro Granata
https://www.idoctors.it/medico/16613/0

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio innanzitutto per la risposta.
Una cosa mi preoccupa in maniera particolare che ho riscontrato nei referti, ovvero osteosclerosi dei tetti acetaboli, conservati i rapporti coxofemorali .
La mia domanda è se è possibile che tutto questo dolore avvertito nella zona delle anche come rigidità e fitte a seconda dei momenti posso essere causati da questa osteosclerosi.
Il dolore è come se avessi uno slip piccolo che stringe su tutti i bordi .
Scusi per l’esempio ma è per rendere l’idea.
[#3]
Dr. Mauro Granata Reumatologo, Medico internista, Geriatra 2.8k 114
È probabile che quanto riferito dipenda dalle strutture extra articolari ma è impossibile esprimere un giudizio esaustivo in questo ambito virtuale. Cordialità.

Mauro Granata
https://www.idoctors.it/medico/16613/0