Utente 214XXX
Buongiorno!
Da una decina d'anni soffro di Raynaud e dolori articolari (soprattutto mani, ma non solo). In passato (l'ultima volta due anni fa a febbraio, ma precedentemente mi era successo d'estate, con il caldo) ho avuto diversi episodi, durati 7-10 giorni, in cui avevo tutte le articolazioni doloranti, con sensazione di bruciore (ma senza febbre).
Lo scorso inverno ho avuto una gravidanza, durante la quale i miei disturbi sono nettamente migliorati. ma circa un mese dopo il parto ho ricominciato ad avere i miei dolori, soprattutto alle mani. Queste alla mattina, quando mi sveglio (e comunque quando mi sveglio dopo aver dormito) hanno le dita gonfie e e senza forza (faccio anche fatica a piegarle). la cosa dura circa una mezzora.
Ho ripetuto recentemente le analisi per gli autoanticorpi (ANA, ENA etc) ma tutto risulta negativo. Devo rifare a breve VES e PCR. Ma anche questi esami sono stati sempre negativi in passato, anche quando fatti nei periodi in cui stavo peggio.
Al momento non ho una diagnosi, tranne che Raynaud primario (ho fatto la capillaroscopia). ma un Raynaud primario può giustificare anche i dolori a gomiti, polsi, spalle, ginocchia, a volte caviglie? E può evolvere con il tempo in qualche malattia autoimmune?
Ho sentito parlare di AR sieronegativa... ma questo significa che tutti i valori nel sangue sono negativi? o solo alcuni? le articolazioni mi fanno male, ma a parte le mani non si gonfiano e non diventano rosse.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Da quanto è possibile desumere dalla sintomatologia riferita sembrerebbe effettivamente trattarsi di un fenomeno di Raynaud primitivo. I disturbi articolari lamentati appaiono aspecifici e d’altronde la negatività sierologia esclude al momento una genesi secondaria. Direi comunque opportuno un consulto reumatologico ambulatoriale. MG
Mauro Granata