Utente 139XXX
Gentili dottori, ho 34 anni, normopeso e assumo la pillola da 17 anni per policistosi ovarica.
Non bevo e non fumo, non ho familiarità per tumori al seno (nessuno nella mia famiglia ne ha mai avuti).

Il mio ovaio è policistico "da manuale" (come hanno sempre detto i ginecologi che mi hanno seguita) e nel corso degli anni ho assunto prima il Diane, poi il Gynoden, poi il Dueva, Arianna e infine Yasminelle.

Tuttavia vorrei provare a smettere di assumere la pillola perchè ho letto, anche dai link da voi segnalati e da altri vostri consulti, che oltre i 10 anni di assunzione aumenta sensibilmente il rischio di sviluppare il cancro al seno. Quest'anno perciò ne parlerò con il ginecologo.

Prima di farlo, però, vorrei chiedere una delucidazione: su internet ho letto che in caso di assunzione di pillola il periodo a forte rischio di sviluppare il cancro al seno è nei 2/3 anni successivi alla sospensione (cito da internet " io ho preso la pillola per pochi mesi, e sul foglietto illustrativo era scritto chiaro e tondo tra gli effetti collateri "cancro al seno": ricordo che era scritto addirittura che solitamente si manifestava dopo circa tre anni dalla sospensione!!!"): allora mi chiedo se sia conveniente sospenderla o se ormai tanto valga la pena di continuare ad assumerla.

In pratica mi sento già condannata a sviluppare il tumore.

Preciso che da 10 anni annualmente effettuo un'ecografia al seno e la visita senologica; per ora è tutto a posto, ad eccezione di alcune microcisti acquose (hanno detto che il mio è un "seno denso").

Non so cosa pensare e sono spaventata: ormai 17 anni di pillola li ho fatti, e su questo non posso più farci niente...
Vi ringrazio per l'attenzione e i consigli che mi potrete fornire.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non so cosa abbia letto su Internet.

Il rischio relativo dopo 10 anni di assunzione è modesto soprattutto se non ci sono altri rischi significativi (es. familiarità per tumore al seno)

Ne abbiamo e stiamo discutendo da tempo

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 139XXX

Egregio Dottore, La ringrazio per la rapida risposta.
Ho visitato il link da Lei indicato e non escludo di partecipare a uno dei Suoi incontri informativi mensili, se ne organizza ancora!

La frase "io ho preso la pillola per pochi mesi, e sul foglietto illustrativo era scritto chiaro e tondo tra gli effetti collateri "cancro al seno": ricordo che era scritto addirittura che solitamente si manifestava dopo circa tre anni dalla sospensione!!!" l'ho trovata su un forum online e mi chiedevo: ma possibile che fosse presente un'informazione del genere sul bugiardino di una pillola anticoncezionale?
Le risulta?

Ancora grazie!

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le confermo quanto ho scritto e ...lasci perdere i forum online e bugiardini (^___^)

Se il rischio è modesto è ovvio che non possa essere l'unica causa per l'insorgenza di un tumore. Pertanto stia tranquilla.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 139XXX

Egregio Dottore, La ringrazio per la Sua risposta e il Suo lavoro!