Utente 314XXX
Gentilissimi,
ho 32 anni e mi sono sottoposta a una mammografia, non ho fatto prima un'ecografia ma direttamente la mammografia, mi è stata consigliata dalla ginecologa vista la familiarità di casi tumorali in famiglia. Alla palpazione la ginecologa non ha riscontrato problemi. Nelle mammografie ed ecografie precedenti (pre 2011) non vi erano problemi.
Il referto:
"Addensamento ghiandolare specifico in regione retroareolare destra. Non evidenza di noduli sospetti né microcalcificazioni di tipo evolutivo. Regolari i piani cutanei. Nulla di patologico nei cavi ascellari. A giudizio clinico utile approfondimento diagnostico con esame ecografico".
Che cosa può essere questo addensamento "specifico"? Un nodulo? Altro?
Quanto è urgente l'ecografia? Sono in partenza per le ferie e il mio medico è anch'esso in vacanza, non so bene come muovermi, chiedevo quindi gentilmente un ragguaglio su questo referto che mi sta facendo preoccupare molto.
Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Spieghi intanto cosa intende per familiarità rispondendo alle domande che troverà in questa scheda

http://www.senosalvo.com/pdf/scheda_visita.pdf

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 314XXX

Gentile Dttore,
Grazie per la pronta risposta, compilo la scheda.
Età_ 32
FAMILIARITA’_ Cancro al seno: Nonna paterna, insorgenza dopo i 70 (deceduta ma non so se per il cancro), Zia paterna, insorgenza a 45 anni circa (ora è guarita). Non ci sono altri casi di cancro al seno o ovaie di cui io sia a conoscenza, ma mio padre è deceduto per una linite plastica e mia nonna materna per un tumore al pancreas, la zia materna per un altro tumore (non seno e ovaie). So che negli anni entrambe le zie materne hanno avuto noduli benigni.
Prime mestruazioni: 11 anni
Nessuna gravidanza, pillola negli anni 2000-2002, dieta prevalente vegetariana, fumo 4-5 sigarette al giorno e bevo alcool saltuariamente ai pasti o durante feste ecc.
Precedentemente ho ridotto il seno con una mastopessi.
Come chiedevo sopra, non mi è chiaro il significato di "Addensamento ghiandolare specifico in regione retroareolare destra" e l'urgenza di una eco d controllo (posso aspettare settembre?)
Grazie mille!

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1) Premetto che non avrei richiesto una mammografia a 32 anni con il rischio familiare che ha Lei se
>>Alla palpazione la ginecologa non ha riscontrato problemi>> e con la negatività degli esami strumentali precedenti.
Tra l'altro aveva eseguito una altra mammografia nel 2011 ?: Ma perché mai ?

2) Effettivamente il caso della zia (a 45) incrementa di poco il rischio (RR=2), mentre quello della nonna può essere considerato sporadico perché insorto a 70 anni. Ma comunque non giustifica l'esecuzione di tante mammografie a 30 anni.


3) Il referto mammografico è chiaro >>Non evidenza di noduli sospetti né microcalcificazioni di tipo evolutivo>>

E l'indicazione alla ecografia è definita >>UTILE>>, non >>indifferibile>>

Quindi perché tanta urgenza da non potere differire a settembre ?
Tante cose non tornano nell'impostazione metodologica del suo caso.

Molti concetti che chiarirebbero i suoi dubbi può approfondirli leggendo questa discussione a puntate (perché lunga) in attesa della ecografia

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno

Tanti salute

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 314XXX

Gentile Dottore,
grazie ancora per la sua risposta. Sto leggendo l'interessante articolo. Le mammografie me le hanno sempre prescritte la ginecologa e il medico di base, citandomi appunto la familiarità (ma di cancro in generale, non, come ha puntualizzato Lei, seno e ovaie), la riduzione del seno e un eczema al capezzolo che è però da legarsi alla mia dermatite atopica,, io mi sono attenuta a quanto prescritto ma anche in sede di esame hanno espresso perplessità (le sue stesse, dicendo che la familiarità e l'età non giustificavano l'esame).
Riguardo all'urgenza dell'eco, era appunto il motivo del mio consulto: non capivo questo referto della mammografia, specialmente "Addensamento ghiandolare specifico in regione retroareolare destra", la ginecologa è in ferie e il sostituto del medico di base mi ha detto testualmente "potrebbe essere tutto", il che mi ha lasciato un po' spiazzata. Ora sono più tranquilla.
Un'ultima domanda, a questo punto: una volta effettuata l'ecografia, se è tutto ok, nei prossimi anni a questo punto è meglio che io eviti le mammografie e continui solo con le ecografie? Sono pur sempre radiazioni e mi pare di capire che alla mia età vadano comunque accompagnate dalle ecografie...

La ringrazio moltissimo ancora una volta per la chiarezza e la prontezza nel rispondermi.