Utente 110XXX
Gentili medici, ho 35 anni e da circa 7 soffro di una secrezione lattigginosa, biancastra, non spontanea, non continua dal capezzolo destro. Tutto è iniziato dal fatto che il capezzolo, che era stato sempre turgido, è diventato introflesso. Nel tentativo di farlo tornare "normale" l'avevo spremuto leggermente accorgendomi così della secrezione. Nell'ultimo anno la situazione è peggiorata perchè mi fa tanto male, a volte non sopporto neanche di sfiorarlo ma purtroppo l'unica cosa che mi dona un po'di sollievo è spremerlo e far uscire tutta quella secrezione. A quel punto il dolore man mano passa, sino alla successiva volta. Ho fatto tante ecografie e anche la concentrazione di prolattina nel sangue, risulta tutto nella norma, ma io ho tanto dolore. Prendo la pillola da molto prima che iniziasse il problema quindi non lo attribuisco a quello, inoltre non ho figli. Che fare? Un medico mi ha detto "avrai i dotti infiammati prenditi un antibiotico"...però nella diagnosi post ecografia scriveva che era tutto ok e poi che antibiotico prendere? A caso? Il mio medico di famiglia si è rifiutato di darmelo e mi ha prescritto l'ennesima eco. Oggi ho moltissimo dolore ma non esce niente. Questo vuol dire che domani starò malissimo. Aiuto. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' estremamente difficile fare una diagnosi a distanza senza una visita. Le caratteristiche della secrezione tuttavia non sembrano preoccupanti da quanto scrive

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/77-secrezioni-seno.html

ma , guardando le precedenti richieste di consulto, in considerazione che la stesa sintomatologia era descritta già nel 2009, credo che una diagnosi sia il caso dopo 5 anni che debba essere formulata. Provi a richiedere un consulto in una istituzione diversa. Non so proprio darle un contributo utile alla sua richiesta.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 110XXX

Buonasera Dott. Catania, grazie per la sua celere risposta. Sono d'accordo, una diagnosi va fatta, non è possibile che il problema perduri per così tanto tempo, senza contare il fastidio che mi crea. Avevo anche dimenticato di aver chiesto un consulto nel 2009 e chiedo scusa se ho creato disagio al servizio per questo. Procederò andando direttamente da uno specialista senologo, anche perchè da ieri sera avverto un dolore traffittivo (tipo tanti aghi) al capezzolo che non mi fa stare tranquilla. Grazie ancora per la sua cortesia.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per il dolore stia tranquilla

Legga ( e se ha dubbi ulteriori ci aggiorni)
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/i%20dolori%20al%20seno.htm
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/34/Cura-del-sintomo-dolore
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20comp
Talvolta anche la semplice scelta di un reggiseno adeguato può essere utile, per quanto possa sembrare paradossale
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/15/Il-reggiseno-uno
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com