Utente 162XXX
Salve,
da circa due mesi ho un dolore costante ad un seno.
Il dolore è iniziato circa una decina di giorni prima del presunto arrivo delle mestruazioni ( che poi hanno avuto un ritardo di una 20na di giorni) e non se è più andato, poco prima del ciclo era quasi invalidante, ora è leggermente inferiore ma comunque molto forte è costantemente presente.
Ho letto che eventuali tumori nella maggior parte dei casi non si manifestano con dolore, mentre potrebbe essere una cisti.
In effetti inizialmente preoccupata per il possibile tumore ho iniziato a fare una sorta di autopalpazione e ho notato che il fastidio aumenta al tocco, aggiuno e sottolineo che nel palparmi la parte superiore del seno ad un certo punto ho avvertito una sensazione di svenimento, stavo seriamente perdendo i sensi per il fastidio.
Il seno non sembra aver subito variazioni di forma, così come il capezzolo, ma dà molto fastidio al tocco quindi anche premenrlo per notare fuori uscita di liquidi mi si è presentato difficoltoso, fuoriuscite che comunque non sembrano esserci.
Ora, considerando che andrebbe fatta una visita, è plausibile che una cisti mi renda il seno così sensibile tanto che il solo prememrlo nell'atto dell'autopalpazione mi ha quasi causato uno svenimento?
Dolore al seno costante e non ciclico e fastidio al tocco di cosa sono possono essere sintomi?
Mentre Se prendessi del paracetamolo e il dolore sparisse potrebbe questa essere un ulteriore conferma che non si tratta di un tumore?
Come prima visita, una visita ginecologica in un consultorio potrebbe andare bene?
Grazie per le possibili risposte.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia assolutamente tranquilla e faccia una visita SENOLOGICA. Le cause possono essere diverse e tutte non preoccupanti alla sua età.

Legga

Legga ( e se ha dubbi ulteriori ci aggiorni)
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/i%20dolori%20al%20seno.htm
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/34/Cura-del-sintomo-dolore
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20comp
Talvolta anche la semplice scelta di un reggiseno adeguato può essere utile, per quanto possa sembrare paradossale
https://www.medicitalia.it/minforma/Senologia/15/Il-reggiseno-uno

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 162XXX

Grazie per la risposta,
dopo aver letto gli articoli posso aggiungere che non ho mai avuto parti, non ho mai preso contraccettivi e non soffro di obesità, oltre all'età che forse lei ha già visto che è di 28 anni.
Non credo comunque di poter far a breve una visita senologica quindi mi domandavo se una visita ginecologica (che farei in un consultorio) in questo caso specifico, potesse comunque avere una qualche attinenza e potesse essere d aiuto per la diagnosi.
Poi Circa la domanda sugli analgesici può dirmi qualcosa? Se prendendoli il dolore passa, la si può definire un ulteriore conferma che non ci si trova davanti a patologie importanti?
Grazie.