Utente 347XXX
Buon pomeriggio,
ho due domande, la prima è un parere se effettuare o no un intervento chirurgico: 2004 da agoaspirato risulta nodulo C3 seno sinistro che ho controllato per 10 anni con eco e poi mammografie. Dall'ultima eco (marzo 2014) emerge che il nodulo ha stesse dimensioni (10mm) però ha una forma più lobata e quindi mi viene fatto agoaspirato da cui risulta C3. Ad oggi ho due pareri, un senologo che mi ha detto di rivalutare fra un anno (essndo C3 già dal 2004) e l'altro senologo ha invece programmato intervento perché ho 43 anni e familiarità (nonna materna all'età di 80 anni ha avuto tumore al seno).
Sono un po' spiazzata da due pareri così diversi e dubbiosa se fare o no l'intervento. Cosa mi consiglia?
Seconda domanda: sto ancora valutando se fare o no l'intervento (previsto fra circa 15 gg) però ieri ho accettato di fare il centraggio al carbone. Oggi leggo su internet che è radioattivo? Ho letto bene? Ho un bimbo piccolo, avrei dovuto e dovrò star lontana da lui? (dorme con me).
Grazie per l'eventuale risposta

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive

1) Se ne freghi della radioattività del carbone per un intervento che eseguirà tra 15 giorni

2) Senz'altro l'intervento VA fatto anche se da quanto scrive probabilmente avrà un esito di BENIGNITA'

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 347XXX

Egr. Dottore GRAZIE. Contavo in una sua risposta visto quanto è sempre stato disponibile con altre donne in situazioni simili alla mia. Il Suo parere mi tranquillizza e ho deciso di andare a fare l'intervento.
Ho ancora una domanda, non mi è chiaro se il carbone inserito per il centraggio è radioattivo per chi mi sta vicino, tengo spesso in braccio mio figlio e lui dorme con me, devo forse tenerlo più lontano fino all'intervento? Questo dubbio non mi rende serena, spero in una sua risposta

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi scusi ma dove ha letto che il carbone utilizzato per la centratura sia radioattivo ?

Io non lo uso perché noi effettivamente utilizziamo una sostanza radioattiva per la tecnica Roll (radioguidata) . Ma viene inoculata la mattina stessa dell'intervento.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 347XXX

Il centraggio al carbone (2 tracce per 2 noduli) l'ho fatto alcuni giorni fa anche se intervento sarà fra 15 gg. Leggendo su internet ho iniziato ad avere dubbi che potesse essere carbone radioattivo e da qui nasce la mia ansia. Mi sembra strano e inverosimile che lo abbiano iniettato senza poi informarmi della radioattività, ma esiste una traccia al carbone senza sostanze radioattive?

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Glielo chiedo per la seconda volta : dove ha letto che il carbone utilizzato per la centratura sia radioattivo ?

Vuole allegare qualche link ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 347XXX

Save,
l'avevo letto (magari malinterpretando) al seguente link:

http://www.hsr.it/clinica/specialita-cliniche/radiologia-diagnostica/radiologia-diagnostica-san-raffaele/clinica-e-diagnostica/senologia/esami-senologici/centratura-preoperatoria/

(Su Google avevo scritto: centratura preoperatoria e avevo trovato la spiegazione dell'ospedale San Raffaele).

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si riferisce alla centratura con materiale radioattivo. Non c'entra nulla con la sua centratura.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 347XXX

Oh bene, l'ansia per l'intervento mi ha fatto mal interpretare. Grazie davvero per la sua presenza, in questi momenti di smarrimento è davvero importante avere un medico a cui chiedere, in ospedale ovviamente i medici non possono dare un servizio di questo tipo e poi di solito, quando ci si trova faccia a faccia, non si riescono ad esprimere tutti i dubbi, pensieri, ansie.
Grazie ancora

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
>>in ospedale ovviamente i medici non possono dare un servizio di questo tipo >>

E perché no ? (^___^) E perché "ovviamente" ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 347XXX

Eh dottore, se le racconto come è andata questa storia fin dall'inizio lei mi prende per matta. Saltando tutta una serie di "casini" le dico solo che domani avrò l'intervento, mi hanno tracciato due noduli e lo specialista che mi opera scocciato mi ha detto che ne toglierà solo uno quindi mi terrò il carbone a vita, ma è normale tutto ciò? I pochi caratteri a disposizione non mi permettono di spiegarmi

[#11] dopo  
Utente 347XXX

Provo a spiegarmi meglio, sperando che il messaggio arrivi nonostante il numero di caratteri.
Eco 17 febbraio 2014: si conferma presenza a sinistra di due formazioni ipoegogene situate rispettivamente alle 12 E, ovalare di circa 10 mm e alle 12 I, profonda di circa 8 mm. Quest'ultima pur rimanendo invariata di dimensioni presenta contorni più lobati, specie sul versante profondo rispetto al precedente del 2013 e merita valutazione con agoaspirato. adiacente a questa si osserva anche cisti flaccida di ca 6 mm

Agoaspirato 27 febbraio 2014: FGNAC ecoguidata nodulo 12 I sn di 7-8 mm: si allestiscono 4 vetrini + contenitore C2.
Core -biopsy ecoguidata nodulo di 10 mm 12 M-E: si prelevano 2 fustoli B2

Esito esame citologico: atipico, probabilmente benigno C3

Esito esame istologico: minutissimi frustoli di parenchima mammario con aree di fibrosi e focale iperplasia duttuale usuale

Esami precedenti fatti in piccolo ospedale del Piemonte.

Visita a Genova presso grande centro specializzato: dottore che mi visita (totale 5" scarsi) indignato (penso giustamente ma non era il caso di usare toni come se la colpa fosse mia) per il fatto che il C3 me lo porto avanti dal 2004 (all'epoca mi avevano detto di controllare ogni 6/8 mesi e così ho fatto, la giovane età non mi aveva mai fatto pensare di approfondire ulteriormente la questione), mi dice: bisogna operare (io ricordo che stava parlando al plurale). Mi scrive referto: presenza di due formazioni alla mammella sin. una delle quali agoaspirata c3. si consiglia asportazione. non adonopatie ascellari bilateralmente.
Mi saluta dicendomi che mi avrebbero chiamata per esami preoperatori e centraggio (senza darmi info su centraggio, da qui dubbi per cui le avevo scritto).

A distanza di circa 10 gg mi chiamano per esami e quando mi trovo a fare il centraggio mi chiedono quale nodulo tolgo e io INGENUAMENTE (tornassi indietro direi: se non lo sapete voi?) dico: mi sembra che il dott abbia detto tutti e due. Mi fanno i due centraggi scusandosi perché devono fare due iniezioni e io dico loro che per me non è un problema e che non so nemmeno bene cosa stanno facendo perché non mi sono informata e in risposta mi sento dire: MEGLIO COSI! ... Da li mia ansia e consulto su internet fino al dubbio che fosse carbone radioattivo (la ringrazio per avermi tranquilizzata, l'ansia non era per me ma per mio figlio di 3 anni che come le dicevo dorme spesso con me).
Bene, arrivo al dunque... dopo aver fatto tutti i preoperatori ricevo una telefonata dal senologo che mi dice che avrebbe dovuto/voluto vedermi (io come facevo a saperlo? nessuno me lo ha detto, nessun infermiere mi ha mandato da lui). Gli dico che non è un problema per me tornare il giorno dopo (venerdì scorso) e così è stato, vado da lui e mi sento dire: mi dia il centraggio.. io: in che senso? e lui: come? non ha il centraggio? ora lo va a prendere subito!!! Io sono rimasta sconcertata e ammutolita e poi timidamente gli ho detto che non sapevo che avrei dovuto prendere io l'ecografia (sempre che di eco stessimo parlando), che non me l'anno dato e che mai mi sarei comunque permessa di chiederlo (così come non ho chiesto elettrocardiogramma o esami del sangue perché per mia esperienza gli esami preoperatori vengono trattenuti dall'ospedale). Quindi il dottore si è un po' calmato, ha chiamato il reparto e si è fatto dare le informazioni che gli servivano. Dopodiché mi dice: io le tolgo solo un nodulo l'altro NO! Si terrà il centraggio per un eventuale intervento nel caso dovesse aumentare di dimensioni. Ci siamo salutati, domani mi opera e mi chiedo se sono in buone mani...

[#12] dopo  
Utente 347XXX

Ultima info e poi non la disturbo più: le visite col senologo sono state sempre veloci, la prima come le ho scritto è durata meno di 5 minuti e la seconda è stata ... diciamo assurda. Non ho avuto modo di dire al dottore che il seno sinistro mi fa male da tempo (circa un anno) e che avevo fatto presente il dolore al mio medico che però mi aveva tranqullizzata dicendo che i noduli non danno dolore e che quindi poteva essere la cervicale che causava il dolore. Ad oggi, da quando ho fatto i centraggi, il dolore è costante e non intermittente come prima. Magari si tratta di un caso, magari è la cervicale - lo stress - il condizionamento psicologico... non so... però quel che è certo è che il senologo non è informato di questo e non credo che avrò modo di parlargli prima dell'intervento. Lei cosa ne pensa di questo dolore? (male al tatto e poi fitte / bruciore)
Grazie ancora!!!!!!