Utente 355XXX
Salve Dott.
per una seria patologia cerebrale che sto curando, non solo con interventi chirurgici ma anche con antiepilettici (carbamazepina e pregabalin) ormai da 10 anni, il mio fisico sta cambiando non solo per il trascorrere dell'età. La cospicua somministrazione di farmaci e la inattività fisica vietatami per la patologia di cui sopra, mi ha portato a "gonfiarmi" a tal punto da avere un petto molto pronunciato. La base credo che sia ereditaria, ma il resto credo sia derivante dalle cause su descritte. Il fatto è che oggi, la pressione psicologica per il disagio è angosciante, per meglio dire la mia doppia pressione psicologica è arrivata al capolinea.
Credo, senza presunzione, che il mio caso possa rientrare in una ginecomastia mista. (ghiandolare-adiposa). Questo tipo di ginecomastia è mutuabile considerando soprattutto i danni psicologici che sta facendo nella mia mente, inoltre un soggetto affetto da patologie cerebrali può sostenere un intervento chirurgico di questa portata? Ultima cosa mi può indirizzare in un buon centro SSN?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1) Farei il punto della situazione tramite una visita endocrinologica per valutare le cause (iatrogene?) de quadro che ci descrive.

2) Se c'è una componente ghiandolare si può parlare di ginecomastia vera e pertanto certamente può usufruire del trattamento in regime di SSN

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/73-mammella-maschile-ginecomastia-carcinoma-patologia-mammaria.html

3) Non ci sono problemi per l'intervento. Ad esempio si può programmare anche in anestesia locale+ sedazione.

4) Purtroppo è vietato dalle nostre linee guida indicarle un centro di chirurgia plastica. Ma si può fare aiutare dall'endocrinologo e ovviamente dal suo curante.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com