Utente 368XXX
Salve dottori, sono una ragazzo di 21 anni, pratico palestra da circa 1 anno e 3 mesi.
Circa un mese e mezzo fa accusavo dei dolori al capezzolo destro quando veniva sfiorato (per esempio quando mi mettevo la maglia) o quando mi mettevo a petto in giù, ma non ho fatto più di tanto caso. Qualche giorno dopo toccandomi ho sentito un noduletto sulla zona areolare del capezzolo (non precisamente centrato) e l' 8 dicembre sono andato dal mio medico, dopo avermi visitato e controllato entrambi i capezzoli (al tatto la ghiandola mi faceva male) mi ha tranquillizzato, però senza prescrivermi nessun controllo.
Qualche giorno fa, essendo un soggetto molto ansioso, ho stuzzicato un pò la ghiandola e (sfortunatamente) ho preso una botta in palestra, ho notato un leggero rigonfiamento del capezzolo destro rispetto a quello sinistro.
E ho deciso di andare nuovamente dal medico che mi ha prescritto un' ecografia (dovrò farla domani), sulla ricetta ha scritto: "nodulo sotto para-areolare dx".
Ora ho letto in giro che anche gli uomini possono avere il tumore al seno e sinceramente sono, letteralmente, terrorizzato da questa ipotesi anche se il mio medico ha detto che potrebbe trattarsi di ginecomastia; la cosa che però mi ha fatto preoccupare ulteriormente è che ha parlato di un' eventuale intervento chirurgico.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Alla sua età il tumore del seno maschile è pressoché inesistente

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/73-mammella-maschile-ginecomastia-carcinoma-patologia-mammaria.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 368XXX

Salve Dottore e grazie per la risposta.
Ho fatto l' ecografia ed è risultato ciò: Disomogeneità ecostrutturale estesa per 9mm con ipoecogenità a margini non definiti a sede areolare a dx. Non lesioni focali ne alterazioni ecostrutturali a sinistra. Non linfoadenopatie ascellari.
Ora avviene una cosa molto molto curiosa (a parer mio orribile essendo un soggetto ipocondriaco): Il dottore che mi ha fatto l' eco mi ha subito chiesto se avessi preso qualche botta essendo che per lui era un ematoma (Ematoma? ce l' ho da un mese e mezzo...). Ma per sicurezza di fare agoaspirato ed eco fra 30 giorni. Prendo questa ecografia vado dal mio medico la guarda e dice che per evitare agoaspirato e altre ecografie di parlare con un chirurgo e togliere il pensiero (ora non so se si può fare così con una diagnosi incerta), sulla ricetta per la visita chirurgica ha scritto: mastopatia nodulare dx. La cosa bella è che mi hanno fatto notare tastandomi entrambi i capezzoli che ho delle ghiandole anche intorno al capezzoli sinistro seppur quasi impercettibili solo che nella parte destra ho un' infiammazione più estesa. Può essere dovuto al fatto che usando alti carichi in palestra ho prodotto più testosterone, il quale eccesso ha portato alla formazione di estrogeni?
Sinceramente non i va di farmi operare a caso o farmi operare per ginecomastia (essendo che, comunque, non è visibile ad occhio nudo).

[#3] dopo  
Utente 368XXX

Fatta visita specialistica da una senologa. Diagnosi: ginecomastia vera! ci sono voluti 4 medici per inquadrare il problema, per non parlare della prima ecografia; fatta in maniera oscena, infatti era sbagliata...