Utente 367XXX
Gentili dottori,


ho 50 anni e per un problema di iperplasia endometriale semplice (senza atipie) sto facendo la terapia

con il progesterone micronizzato (dal X al XXV giorno del ciclo).

Siccome ho la familiarità per il tumore al seno (mia madre) vorrei sapere per quanto tempo (mesi/anni?) posso continuare

questa terapia senza che aumenti il rischio per il seno.

Inoltre vorrei chiedere se la spirale medicata come alternativa (che resterebbe inserita anche 5 anni e mi sembra

sia medicata con un progestinico sintetico e non bioidentico) comporterebbe più o meno rischi per il seno della

terapia orale.

Sarei molto grata se potessi ricevere una risposta per togliermi questi dubbi.


Grazie e saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Prima di risponderle provi a rispondere lei alle domande contenute in questa scheda

http://www.senosalvo.com/pdf/scheda_visita.pdf

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 367XXX

Buonasera dottore,

grazie per la risposta.Cercerò di rispondere in modo più esauriente possibile alle domande.

Io ho 50 anni e mia madre si è ammalata a 48 anni. Dopo che era stata operata al seno malato è

per fortuna guarita.

Le mie mestruazioni sono iniziate a 14 anni.

Ho avuto due gravidanze,l'ultima del 1999, nessuna interruzione di gravidanza.

Ho preso la pillola complessivamente per 12 anni. Dall'ultima gravidanza non la prendo più.

Il mio ciclo è ancora regolare.

Radioterapie, se intese come radiografie, prima dei 15 anni,se ricordo bene,ne ho fatti 3 o 4.

La mia dieta è varia e a medio contenuto di grassi, consumo scarse quantità di alcool.

Non fumo più da 8 anni. Due volte alla settimana vado in piscina e cerco di fare regolarmente

delle passeggiate o andare in bicicletta.

Nel 2003 mi è stato eseguito un ago aspirato sulla mammella dx con resultato negativo.

(quadro citologico compatibile con mastopatia fibrosa).

Faccio una volta all'anno mammografia e ecografia, l'ultima del gennaio 2015 resulta negativa

e invariata (mammella a struttura fibroghiandolare. Non si evidenziano alterazioni parenchimali nè

microcalcificazioni sospette. L'indagine ecografica non rileva lesioni focali o alterazioni eco

strutturalmente sospette.)

Colgo l'occasione per aggiungere una domanda alla mia ultima lettera.

Nel mio caso sarebbe meglio assumere il progesterone via vaginale invece

di oralmente?


In attesa di una sua gentile risposta,

saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Avendo avuto il precedente della mamma con npl del seno insorto prima dei 50 anni di questo si deve senz'altro tener conto , ma complessivamente il suo rischio globale non è molto elevato.

Le terapie ormonali hanno un lischio non alto se limitate nel tempo (1-2 anni) e contemporaneamente vengono messe in pratica le raccomandazioni principali di Prevenzione Primaria.

Legga

Prevenzione
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/2253-fermi-dieta-anticancro-rimangia-regole.html

http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/90-attivita-fisica-riduce-rischio-morire-prematuramente-tumore.html

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 367XXX

Buongiorno dottore,

grazie per la gentile risposta ,terrò sicuramente conto dei suoi consigli

saluti