Utente 261XXX
Gentili dottori, vi scrivo poiché stamattina, in una sede Lilt, ho eseguito una visita senologica ed ecografia per prevenzione. Ho 35 anni e non avevo mai fatto uno screening. Questo il referto: mammelle simmetriche, regolare aspetto di cute e capezzoli, alla palpazione mammelle a consistenza fibroghiandolare con maggiore nodularità ai QSE ed in sede retroareolare. Non noduli sospetti. Non secrezione dai capezzoli. Presenza di linfonodi al cavo ascellare dx. Dilatazione dei dotti galattofori dx.

Il medico mi ha detto di non preoccuparmi e di ritornare per il controllo di routine tra un anno. Io sono entrata nel panico. Perché questa dilatazione solo da un lato, poi ho solo 35 anni, cicli regolari, non ho mai avuto gravidanze (tre aborti spontanei ahimè). Mai fatte cure ormonali, salvo dei brevi cicli di prontogest durante le prime settimane di quelle tre gravidanze non andate in porto. C'è correlazione tra la dilatazione a dx e i linfonodi ingrossati pure essi a dx? Sto pure pianificando una gravidanza (ho rimesso di recente un setto uterino e sto curando la tiroidite di hashimoto) e ora sono terrorizzata. Vorrei capire se il mio referto sia incoraggiante o se non vi si celi dietro uno di quei casi in cui una "fesseria" nascondeva dietro un dramma. Vi ringrazio anticipatamente per la risposta

[#1] dopo  
Dr.ssa Veronica Barra

24% attività
0% attualità
0% socialità
TIVOLI (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2014
buon giorno,
il referto scritto dal collega si può considerare un assolutamente negativo. non è segnalato che dimensione hanno i dotti?
lei ha mai avuto secrezione?

direi che può pensare tranquillamente alla pianificazione della gravidanza.

cordiali slauti
Dr.ssa Veronica Barra

[#2] dopo  
Utente 261XXX

Gentilissima dottoressa, anzitutto grazie per la risposta. Il medico non ha specificato la dimensione della dilatazione, sorridendo ha detto che non era nulla di rilevante e che me lo refertava per cronaca. Non ho mai avuto secrezioni né dall'uno né dall'altro capezzolo. Ho più volte chiesto al medico se dovevo fare ulteriori accertamenti e lui mi ha detto di rivederci tra un anno, se incinta tra due. Mi chiedevo, dal momento che dopo i tre aborti ho sviluppato una sindrome ansioso/depressiva (faccio psicoterapia da due anni), se l'abuso di xanax possa aver influito con la dilatazione del dotto (sono un soggetto sottopeso - 46 kg per 160 cm e assumo circa quattro compressa al dì da o,25) o se trattasi di un normale processo di "invecchiamento" della mammella? Mi chiedevo inoltre se c'entri qualcosa con la mia tiroidite, con le frequenti cure fatte (con eutirox e deltacortene) e perché il dotto dilatato è solo uno e non entrambi. Se vi fosse stato un papilloma o macrocalcificazioni, la sonda li avrebbe evidenziati? Mi perdoni dottoressa, ma sono ahimè ipocondriaca e questo referto mi ha lanciata nello sconforto. Saluti e grazie.