Utente 418XXX
salve,
sono una ragazza di 30 anni, circa 3 mesi fa ho notato di avere secrezioni ematiche dal seno sinistro , dopo vari consulti finalmente ho avuto una diagnosi ,di seguito riporto l'esito della duttogalattografia : "si incannula dotto secernente materiale sieroso dal seno sinistro. si opacizza dotto principale equatoriale interno che presenta difetto di riempimento di tipo papillomatoso ,ostruente esteso per circa mm 15 che ecograficamente si apprezza come formazione nodulare ipoecogena . mancata opacizzazione dei dotti a monte. " dopo questo esame mi è stato consigliato l'intervento chirurgico per rimuovere il nodulo. Ho già fatto la preospedalizzazione 20 giorni fa, ma ad oggi non sono stata chiamata per l'intervento ,nonostante abbia forti dolori.....ho delle domande da fare ma nessuno mi da risposte...spero di trovarle qui....Prima di tutto vorrei sapere se il fatto che io senta dolore sia una cosa normale...poi se sia normale che dopo 20 giorni ancora non vengo chiamata per l'intervento....e per ultimo mi chiedo se ci siano possibilità che il mio nodulo abbia un evolversi , e possa diventare un carcinoma .. grazie a chiunque mi dia queste risposte :-)

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
gentile Signora il papilloma intraduttale è una neoformazione che cresce all’ interno di un dotto causandone la dilatazione cistica. il 7 % dei casi ha tendenza alla trasformazione carcinomatosa entro 10 anni dalla comparsa (quindi lei può stare più che tranquilla). La lesione può presentarsi anche come una Papillomatosi intraduttale : questa è caratterizzata da un elevato numero di papillomi all’ interno dei dotti : questa lesione espone al rischio di carcinoma 7 volte superiore a quello della popolazione generale. Il motivo per cui le fa male è legato al fatto che si dilata il dotto galattoforo a monte dell'ostacolo e la dilatazione le procura il dolore. Il motivo per cui non la hanno ancora convocata per l'intervento non lo so, posso sole dirle che generalmente in estate in tutti gli ospedali si attua la riduzione delle attività e vengono privilegiate le malattie neoplastiche. la sua è una patologia benigna e quindi è possibile che venga messa in coda ad altri pazienti con malattie più gravi. ma questa è una mia supposizione. lei chiami il chirurgo che l'ha visitata e gli chieda i motivi del ritardo. cordiali saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 418XXX

La ringrazio per la sua risposta immediata , mi ritrovo a scrivere qui proprio perchè non riesco a rintracciare il chirurgo che mi ha visitata .Dal giorno della preospedalizzazione non l'ho più visto e sentito.. Comunque la sua tempestiva risposta mi ha tranquillizzata ...proverò a ricontattare il chirurgo e intanto a stare tranquilla. grazie ancora !!

[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
auguri. cordialmente
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#4] dopo  
Utente 418XXX

Salve dottore,
Il 25 agosto sono stata operata...mi hanno asportato il dotto contenente il papilloma...mi é stato fatto un taglio orizzontale all'altezza del capezzolo,praticamente hanno diviso in due l' areola e anche il capezzolo stesso...mi chiedo se era necessario agire in questo modo , il mio medico dice che non ha potuto fare diversamente.. la dottoressa che ha eseguito la duttogalattografia ,invece, mi parlava di un incisione sotto l'ereola ..di solito come si procede??? Poi ancora volevo chiederle , avendo una papillomatosi a grappolo quante probabilità ho di sviluppare carcinoma?? La ringrazio per il tempo che mi dedica!!!

[#5] dopo  
Utente 418XXX

Salve,
Stamattina ho notato che il taglio é stato lasciato leggermente aperto sulla fine, e fuoriesce tantissimo liquido....non mi hanno messo un controllo in ospedale,quindi é il mio medico curante che si occupa delle medicazioni, e per lui si tratta di una fessura che hanno lasciato apposta per il drenaggio dei liquidi...mi chiedo se sia davvero così e se quel buchino non mi lasci una cicatrice troppo evidente...spero di avere una risposta !!

[#6] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
gentilissima signora normalmente si incide lungo il bordo dell'areola, ma se il suo chirurgo ha fatto così verosimilmente c'erano dei motivi validi. la mammella è molto ricca di dotti galattofori e di vasi sanguigni e quindi vi è sempre il rischio di ematomi o anche di infezioni. quindi bisogna stare molto attenti alle ferite. per questo le consiglierei di farsi rivedere dal suo chirurgo dato che la ferita spurga liquido ancora dopo 10 giorni dall'intervento.
se la ferita è ancora aperta per un piccolo tratto, in quella sede la cicatrice non sarà bellissima.
cordialmente
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena