Utente 440XXX
Circa due anni fa mi accorgo di una secrezione mammaria del capezzolo destro, decido di consultare un senologo con scarsi risultati.
Ogni volta che mi visitava oltre alle ecografie mi prescriveva degli integratori alimentari (bromel forte , keratose forte) insieme ad un antibiotico (veclam 500)..
Dopo varie e varie visite senza alcun risultato decido di consultare un oncologa che ha associato il mio problema allo stess (ma non ero ne stressata ne nulla) prescrivendomi delle gocce (ignatia-hamaccord) e dei granuli da mettere sotto la lingua (arsenicum album 15ch e apis mellifica 15 ch) per 10 giorni. Ma dopo 10 giorni nessun risultato.. la secrezione continuava sia spontaneamente che provocata. Allora decidiamo di fare l esame istocitopatologico che fortunatamente risulta negativo (DIAGNOSI: ISTIOCITI, UNICO AGGREGATO DI CELLULE DUTTALI NELLA NORMA E SCARSO MATERIALE PROTEINACEO DI FONDO)
Allora tramite consiglio di un amica decido di consultare per l’ennesima volta un altro medico senologo che a novembre 2016 dopo l’ennesima visita mi richiede una risonanza magnetica con contrasto che ho effettuato giorno 15 febbraio 2016 con esito : “
Indagine eseguita per approfondimento diagnostico in pz con secrezione pluriorifiziale capezzolo destro con esame citologico negativo per atipie.
Familiarità per ca mammario : negativa
Ecografia negativa per lesioni di tipo sospetto
Esame citologico negativo
Esame effettuato con bobina dedicata bilaterale sicrona, con magnete ad elevata intensità di campo (1,5t) con sequenze FSET1, FSET2 anche STIR, sequenze volumetriche vibrant (prima e dopo infusione e.v.di mdc paramagnetico)
Dopo sottrazione millimetrico focus focus al QIE di destra di difficile caratterizzazione date le esigue dimensioni (2mm circa)
Non alterazione del segnale da riferire ai focolai di neoangiogenesi a carico di entrambe le mammelle. In considerazione della riferita secrezione qualora ritenuto utile, si consiglia eventuale completamento dell’iter diagnostico con esame galattografico.
Cosa vuol vuol dire? Ma soprattutto cosa potrebbe essere questa secrezione che continua?
Ho 25 anni l’esame galattografico posso farlo? È doloroso??

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Può fare anche la galattografia ma non comprendo perché Le abbiano messa tanta ansia. Da quanto descrive al massimo potrebbe avere un piccolo papilloma intraduttale.

Le caratteristiche delle secrezioni che descrive non sono molto chiare.
Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/77-secrezioni-seno.html

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 440XXX

La mia di secrezione è una secrezione sierosa verdastra ( scura ) .
Il papilloma intraduttale cosa comporta? Nessuna ansia voglio solo capire...
L esame galattografico é doloroso??? Grazie mille per la sua risposta