Utente 325XXX
Salve,
In data 14/07/2017 ho effettuato un esame ecografico bilaterale alla mammella. Ho 35 anni.
Riporto qui l'esito:

"Non secrezioni patologiche spontanee o provocate bilateralmente. Non nodularità palpabili.
All'indagine ecografica, strutture ghiandolari ben rappresentate in rapporto all'età. Alcune microcisti con debole rinforzo acustico posteriore (cisti flogosata? Nodulo con caratteristiche ecografiche di benignità?), per la quale si consiglia monitoraggio ecografico a 6 mesi.
In sua adiacenza, in sede parareolare supero-esterna, si apprezza formazione ipoecogena di circa 4x5,5 mm, a margini sfumati, con evidenza di attenuazione del fascio US posteriormente: indispensabile, approfondimento con agoaspirato.
Modiche e tasse duttili retroareolari a sn.
Non linfo-adenomegalie sospette di sede ascellare.

Conclusioni: formazione con caratteristiche ecografiche sospette di 4x5,5 mm alla mammella dx, che necessita di approfondimento con agoaspirato. Si consiglia (anche in relazione alla familiarità) completamento diagnostico con mammografia."

Domani mi recherò in ospedale per agoaspirato e mammografia.

Volevo chiedere, in relazione a quanto sopra riportato, il minimo (e il massimo) che posso aspettarmi in merito alla diagnosi formulata.
Cosa comporta questa formazione ipoecogena?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
C'e' un dubbio diagnostico e quindi e' corretta l'indicazione ad una mammografia e adobiopsia ecoguidata precauzionale.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com