Utente 439XXX
Buonasera dottori, vi scrivo nella speranza di chiarire qualche dubbio.
Sono fidanzata da due anni con un ragazzo. Fin da subito, durante l'intimità, ha sempre voluto che gli stimolassi i capezzoli in modo abbastanza violento (tirandoli, stritolandoli, talvolta anche mordendoli).
Spesso, fatica anche a mantenere l'erezione se non procedo in questo modo.
Soffre di fimosi serrata ed è in attesa dell'operazione. Inizialmente attribuivo la perdita di erezione a questa problematica (anche per via del fatto che non riusciamo ad avere rapporti completi perchè, non avendo molta sensibilità, l'erezione sparisce dopo poco) ma, con il tempo, sto capendo che anche senza una stimolazione violenta ai capezzoli, non dura più di tanto.
Ho sempre avuto il terrore di fargli male, tanto che non riesco mai a lasciarmi andare del tutto.
Volevo chiedervi se questa "pratica" comporta delle conseguenze per la sua salute, ghiandole, eccetera eccetera.
Sono un pò preoccupata.

In attesa di un vostro consulto,
vi ringrazio.

Martina

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia tranquilla ...se va bene a lui....non ci saranno conseguenze sulla sua salute.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com