Utente 481XXX
Egregio dottor Catania,
mi è stata suggerita una risonanza magnetica mammaria prima di un intervento come esame mirato .
Lei che ne pensa ? E' sufficiente? Vorrei cortesemente sapere se la risonanza serve solo ad individuare eventuali tumori , cioè se si prescrive solo in caso di sospetto diagnostico, ovvero se si pensa che una lesione non è benigna, o è una procedura normale , anche prima di un intervento per una eventuale iperplasia atipica o una lesione di tipo benigno- border line . Devo effettuare in ordine , visita di controllo senologica e eventuale risonanza di approfondimento suggerita dal chirurgo, prima di un intervento, per ora non più ago biopsia. Le confesso, che non so cosa pensare . Il nodulo al tatto sembra cresciuto, nonostante sia stata rassicurata sulla sua benignità. Ma se è benigno, a cosa serve un esame come la risonanza magnetica ,e mi è stato detto una eventuale seconda ecografia. Mi chiarisca.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ecco

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 481XXX

ho letto, forse il medico vuole distinguere tra recidiva e cicatrice chirurgica , per decidere se intervenire chirurgicamente .