Utente 462XXX
Salve,
Il 21/10/2016 mi è stato fatto il centraggio con il carbone, il foglio che mi è stato rilasciato cita:

"Sotto guida ecografia è stata posizionata doppia traccia di repere di carbone in corrispondenza degli estremi laterale e mediale della formazione nodulare in Q3Q4 a sinistra (distanza cute-lesione compresa è di 11mm)."

Il 26 sono stata operata, è stata eseguita un'exeresi diagnostica, e da quando ho potuto togliere la medicazione ho notato che la cicatrice a seguito dell'intervento (cicatrice periareolare) era bluastra-verdognola (colore tatuaggio, per intenderci).
Pensando andasse via con il tempo ho aspettato, ma tutt'ora continua ad avere quella colorazione ed anche i puntini del centraggio non sono ancora andati via.

Vorrei sapere se è normale o meno e, nel caso in cui non lo fosse, vorrei sapere se secondo Lei è stato fatto uno sbaglio dal medico che ha inserito il repere o dal chirurgo che mi ha operata oppure se semplicemente è il mio organismo che ha "reagito male".

A dicembre 2017 ho fatto un'ecografia di controllo ed il medico mi ha detto che secondo lui, il dottore che ha eseguito il centraggio ha inserito troppo carbone ed una volta che il tessuto è stato aperto durante l'operazione questo ha assorbito il carbone in eccesso. Ha anche detto che secondo lui questa colorazione non andrà più via o se lo farà sarà tra molti anni, ma vorrei avere anche un secondo parere.

La ringrazio anticipatamente per la risposta, cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi dispiace deludere le sue aspettative, ma comprendera' bene che per esprimere un parere sia necessario VEDERE quanto ci ha descritto.

Saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Va bene, La ringrazio per la risposta.
Saluti