Utente 503XXX
Buonasera dottori, sono una donna di 35 anni, ho una bambina di 4 anni e ho allattato per 8 mesi, smettendo quando la bambina non ne ha voluto più sapere. A fine aprile 2018 vado dal ginecologo per un pap test(negativo) per un'infiammazione vaginale risoltasi da sola e perché avvertivo dolore e leggero turgore al seno sinistro al solo sfioramento dei vestiti. Il ginecologo mi manda a fare un eco non risulta nulla se non due moduli compatibili con fibroadenomi di 7-8mm nel QSE. Mi viene prescritto una serie di integratori alla bromelina che non fanno alcun effetto. Premetto che prendevo la pillola Naomi da dopo la gravidanza. Faccio visita senologica a fine giugno il seno nel frattempo è una massa dura, mi duole ovunque, ma non ha cambiato colore né il capezzolo( non è retratto è un po' appiattito per il gonfiore)né la pelle, né ho avuto secrezioni. Vado dalla senologia ancora integratori e visita dopo due mesi. Dolori atroci, fitte continue, gonfiore estremo mi portano ad anticipare l'eco: risultato quadro di mastite con diffusa ectasia duttale a sinistra. Le formazioni nodulari presentano un eco struttura ipoecogena e margini irregolari con rari spot vascolari (controllo con colordoppler) diametro di 12 e 11 mm.cavo ascellare nodulo ipoecogena (10mm) sospetto per lesione secondaria. Rivado dalla senologa che mi segna un'antibiotico levofloxacina 500mg da prendere due volte al dì, con controllo dopo sette giorni. Migliora il dolore, non ho più le fitte lancinanti, il seno appare meno gonfio nella parte interna (per intenderci la parte attaccata allo sterno) me ne accorgo dal reggiseno che calza meglio, rimane sempre abbastanza duro e gonfio soprattutto il lato esterno la parte interna un po' più ammorbidita. Faccio controllo oggi, la dottoressa abbastanza preoccupata mi scrive una ricetta.per rocefin 2 al dì oltre l'antibiotico che sto già facendo e mi dice di andare in ospedale per fare RM, ecografia e visita senologica chirurgica perché potrebbe anche essere una forma tumorale. Lunedì andrò in ospedale a prenotare queste visite ma volevo avere un parere in più, perché adesso sono realmente preoccupata...

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Comprendera' bene che nel suo caso sia impossibile (oltre che vietatissimo) azzardare ipotesi diagnostiche senza averla vista. Piu' che gli esami strumentali nel suo caso decisivo e' l'esame clinico.

Potrebbe aggiornarci dell'evoluzione piu' avanti e

Dovrebbe con il copia incolla ripostare la sua richiesta sull'ultima pagina del mio blog Ragazze Fuori di seno

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-2121.html

1) Importante :Presentarsi con un nome (ovviamente di fantasia se ci tiene a mantenere la privacy)
2) Scriva pure che l'ho invitata io

ed avra' senz'altro una risposta

L'aspettiamo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 503XXX

Piccolo aggiornamento... Mercoledì scorso sono andata a fare una visita chirurgica mammaria alla breast unit in ospedale. Dopo aver visionato le è il chirurgo mi ha visitato e mi ha detto che tutto rientra in quadro di mastite. Mi ha consigliato di ultimare le punture di rocefin come da prescrizione e mi ha aggiunto cortisone x 5 giorni e pomata gentalyn da applicare sul seno per una settimana. Mercoledì torno per un controllo. Mi sento giù di morale, il seno stavolta si è leggermente sgonfiato dalla parte esterna ma si tratta sempre di piccoli cambiamenti. Lunedì finisco le punture e ormai credo di poter dire di averle fatte inutilmente... Probabilmente mi faranno l'ennesima ecografia e io sento solo di aver perso tempo e basa. Sono gonfia, mi sento come se fossi piena di qualcosa che non può uscire da nessuna parte un po' come quando arriva la montata lattea e senti l'esigenza di svuotarti... Spero solo che non sia nulla di grave e che non stia perdendo del tempo prezioso...

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ho gia' scritto cosa fare.
Qualora decidesse di ripostare dove Le ho indicato dovrebbe anche precisare se e' una fumatrice o una ex forte fumatrice.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com