Vari fastidi urogenitali

Salve, da fine settembre ho vari dolori all'apparato urogenitale. Attualmente ho dolore alla pelvi sia destra che sinistra e anche quando mi spremo per defecare. Non è costante ma sono più punti fastidiosi che si spostano. La zona è poco sopra la base del pene e si concentrano piu verso i lati, quasi in un punto intermedio tra centro pelvi e inguine. Oggi si sono presentati perchè oltre a camminare di più ho indossato dei jeans. Ultimamente io sono stato a letto per febbre che era iniziata il 15 novembre poi passata con un paio di tachipirine per poi ripresentarsi dopo una settimana e ho assunto ciprofloxacina 500 per 5 giorni fino a ieri. Oltre la febbre avevo anche brividi. Riguardo il discorso dei jeans in questi mesi ho notato che quando li indossavo i sintomi come dolore scrotale o peso e tensione al basso ventre poco sotto la pancia aumentavano, ma non so se sia un caso. Infatti dopo urinato ho sintomi come senso di pizzicore interno, un senso di bagnato ed effettivamente un gocciolamento che è presente anche spremendo con le mani il pene dalla base fino al glande. Questi sintomi aumentano dopo la masturbazione, non so se sia un caso ma ho notato questo. Ogni tanto sento anche un pizzico vicino la punta del glande. Spesso mi accorgo già quando urino che è fastidioso e pizzica dentro e poi dopo compaiono quei sintomi come senso di bagnato.
Io pratico tanta attività sessuale, sia da solo che non, alcune volte anche 3 eiaculazioni in un giorno, oltre non ricordo perché dopo un pò ho dolore alla base del pene anche solo toccandolo. Il mio pene è un pò incurvato e alcune volte è doloroso quando l'erezione (specie mattutina) è molto grande. Prima che iniziasse la serie di fastidi, ad inizio estate ebbi un trauma durante penetrazione con conseguente dolore ma nessun livido. Da quel momento il mio pene, sia da eretto che non, ha una pendenza a sinistra. Quando il trauma è avvenuto è come se poco dopo l'inizio dell'asta si fosse piegato e da quel momento abbia assunto questa pendenza. Da quel momento ho notato che il frenulo, che ho corto, non si incastra perfettamente nel glande consentendomi una masturbazione più fastidiosa, soprattutto quando la pelle si arrotola su se stessa e resta fuori dalla corona del glande e ultimamente si arrossa facilmente. Ho anche notato dopo masturbazione che il meato urinario ha una specie di pelle superflua e sembra più irritato. Questi mesi ho avuto anche dolori tra ano e scroto, dolori lombari a destra. Alla mia prima visita dall'urologo mi fecero assumere del bactrim forte per 5 giorni. Poi per i dolori prima al perineo e testicolo (dopo un mese) ho assunto una decina di giorni fibrosil, ralozen, proevo 500 e 8 giorni il topster. I dolori come vi ho detto sono ancora presenti (solo quelli descritti perchè non ho più il dolore fisso lombare o perineale o al testicolo, anche se oggi camminando ho sentito fastidi allo scroto dx e sx oltre dolori alla pelvi come descritto) ma non so se sia una caso, paiono alleviarsi con l'astinenza, anche i sintomi urinari. Oggi avevo anche duro in basso ventre ma non so se sono sintomi intestinali avendo in passato intestino irritabile. Io inoltre hi gastrite ernia iatale ed esofagite e ieri ho notato flatulenza come la notai quakche settimana fa in concomitanza del senso di stretta basso addome. Le analisi delle urine ed urinocoltura sono negative, lo spermiogramma e la spermiocultura sono negative, l'eco testicolare ha evidenziare un varicocele di basso grado a sinistra e il testicolo sx più piccolo.
Attualmente ho questi fastidi dolori alla pelvi intermedi dx e sx e sembrano in un punto fisso intermedio tra inguine e centro pelvi ed è come se mi tirassero, e ieri e l'altro ieri mi sono masturbato dopo 3 gg di astinenza. Vorrei chiedervi gentilmente queste domande oltre a chiedere per i dolori pelvi.
I dolori al testicolo possono essere varicocele, ma perché alcune volte fa male anche il destro e/o pare aumentare con i jeans? Può essere che il dolore allora non sia sparito ma è apparentemente mascherato dal mio aver indossato pigiama e tuta in questi giorni? Per questi vari doloretti e sintomi urinari devo approfondire ancora? Devo tornare dall urologo o devo considerarli "normali" e in attesa che passino da soli? Con l'astinenza che sembra alleviare i dolori devo smettere di masturbarmi per qualche giorno?
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 37k 1.7k 16
I suoi disturbi all'addome sono abbastanza tipici per una lieve infiammazioine/congestione della prostata, che talora può anche irradiare fastidi ali testicoli. La valutazione diretta è indispensabile, le raccomandiamo di farsi seguire de un nostro Collega specialista in urologia. Per l'incurvamento del pene (non correlato agli altri disturbi) consiglieremmo l'esecuzione di una ecografia del pene.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it