Utente 156XXX
Salve, vorrei avere un consulto in merito a una (probabile) candidosi. Pochi giorni fa ho notato una strana patina bianca che ricopriva parzialmente il glande, insieme ad un odore sgradevole. Anche se lavatomi accuratamente, la cosa si è ripetuta già 3 volte nel giro di nemmeno una settimana. Mi sono informato in internet giusto ieri e ho letto che potrebbe essere una forma di candida o comunque un'infezione da fungo/virus alla zona genitale. Approfondendo la mia ricerca ho scoperto che la candida, in particolare, se non curata, può causare sintomi di vario genere, come depressione, disturbi alimentari, meteorismo, stipsi, minzione frequente, etc. La diagnosi di candida spiegherebbe molte cose che mi son successe negli ultimi mesi, ovvero:
1. (da dicembre in poi) meteorismo e stipsi. ci sono periodi in cui la cosa peggiora e non riesco a defecare per giorni e giorni, altri in cui il problema è meno grave.
2. (sempre da dicembre) una forte attrazione verso tutti i tipi di cibi dolci, zuccherosi, e verso cibi "con farina", come pane, pizza, pasta, focaccia, e così via. Questo problema ne ha causato altri: per non ingrassare troppo, a questi giorni in cui la tentazione appena descritta mi faceva fare vere e proprie abbuffatte di zuccheri facevo seguire dei giorni di dieta ipocalorica. E' cosi iniziat un circolo vizioso che dura tutt'ora. Anzi, l'ossessione per il cibo è peggiorata, il senso di colpa ogni volta che ingerisco quantità di cibo elevate non se ne va, la mia fame "fisica" non esiste più, ho solo impulsi di fame emotiva, nervosa.
3. (da febbraio) forse di depressione lieve in linea generale, alcuni giorni molto profonda. Dopo Carnevale ho iniziato ad assumere anche della rodiola rosea, presa in farmacia, come "anti depressivo naturale" diciamo, e la cosa mi sembra aver aiutato. Di recente ho smesso di prenderne, e giusto la scorsa settimana ho avuto giorni di depressione acuta e costante.
4. (due o tre volte nel giro degli ultimi due mesi) bruciore durante la minzione. E dopo aver orinato, stimolo che persiste, con effetto "a goccia" molto doloroso.

Mi sembra di non aver tralasciato nulla. Ora, la diagnosi di candida sarebbe un sollievo, spiegherebbe tutte queste cose, ed è per questo che mi sto sottoponendo al consulto di medici: forse io lo spero proprio che sia candida, perciò ne sono influenzato e potrei vedere collegamenti che non sono reali. In ogni caso, ho intenzione d fare un test e anche di andare dal medico curante, nel frattempo ho scritto a voi. Grazie dell'attenzione.

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la candidosi va diagnosticata,non ipotizzata da un corredo sintomatologico che potrebbe portare a terapie inidonee.Ne parli con il medico di famiglia e si faccia consigliaree uno specialista reale.Cordialita'.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2]  
Dr. Giuseppe Dachille

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALO DEL COLLE (BA)
MONOPOLI (BA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Utile degli esami colturali e visita

Dott Giuseppe Dachille
Urologia Monopoli

[#3] dopo  
Utente 156XXX

Si certo stamattina ho fatto esami del sangue completi, urinocultura, esame delle urine, e tampone del glande. Adesso dovrò solo attendere dieci giorni per i referti. Nel frattempo il medico condotto mi ha consigliato di iniziare la terapia a base di Diflucan. Oltre a ciò, cosa mi consigliate di fare? Un periodo di dieta povera di zuccheri o carboidrati o con abitudini particolari? Se è vero che la candidosi è presente da quasi sei mesi ho paura che due semplici pastiglie di antibiotico non possano essere sufficienti...

[#4]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non credo che sia necessario ridimensionare i carboidrati,tralatro in un soggetto sottopeso...In caso di conferma di una candidosi,la terapia proposta e' congrua.Aspettiamo l'esito degli esami in corso.Cordialita'.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#5] dopo  
Utente 156XXX

Dopo una settimana e due compresse di Diflucan (a distanza di 7 giorni l'una dall'altra) il sintomo di balanite non è scomparso. Nel frattempo sono usciti i risultati delle analisi:

Emocromocitometrico: tutto regolare tranne che una lieve anemia (secondo il medico di base trascurabile) ovvero 4,30 di G.Rossi

Esame delle urine: tutto nella norma, "nulla da segnalare".

Urocultura: conta colonia negativa.

Tampone prepuziale: NEGATIVO per candida spp. NEGATIVO per streptococcus spp. MA alcune colonie di staph. epidermidis E presenza di enterobatteri (carica 600.000 UFC)

Dall'antibiogramma eseguito sulle colonia di enterobatteri ecco i risultati alla dicitura "Sensibile":

Ciprofloxacina
Levofloxacina
Acido Nalidixico
Alicod Pipemidico
Nitrofurantoina
Norfloxacina
trimethoprim+sulfamethoxazole


Okay, quindi niente Candida, alla fine. Il medico di base ha detto che a lui sembra candida ma che il test parla chiaro. Quindi mi ha mandato da un UROLOGO. Questo, ieri, ha detto che secondo lui non è nulla di preoccupante, ha consigliato impacchi di acqua borica e una crema cortisonica per qualche giorno.

Ora, mi chiedo (o meglio, chiedo a Voi) : è probabile che al test per la candida sia risultato un falso negativo?
Se no, cos'altro può essere? Grazie mille per l'attenzione che mi date.

[#6]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non possiamo contestare l'esito del tampone e,principalmente,la visita dello specialista.Ne segua i consigli.Cordialita'.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it