Prostatite?? help!!

Da circa 5 anni soffro di pollachiuria, disuria e penso anche di eiaculazione precoce...nessun dolore o bruciore durante la minzione.
Ho fatto molte visite urologiche, esami delle urine, urinocolture, esami del sangue, ecografie e ho provato anche a fare l'urinoflussometria, ma essendo molto emotivo mi sono agitato e non ce l'ho fatta...

Mi han sempre detto che il mio era un problema psicologico dovevo semplicemente "non pensarci" e mi sarebbe passato tutto.
Ultimamente la mia situazione si è aggravata, al punto da portarmi ad urinare più volte ogni ora e ad alzarmi di notte (mentre prima di notte non mi alzavo mai per urinare); quindi ho deciso di fare una visita da un urologo nel suo studio privato.

Lui guardando solo l'ecografia che mi avevano fatto, datata Luglio 2005 sembra capire che il mio problema sono delle cicatrici dovute a vecchie infiammazioni..e dice che per farle andar via bisogna stare per un periodo abbastanza lungo (quanto lungo??) senza avere altre infiammazioni.
Mi ha anche fatto un'altra ecografia e mi ha fatto una semplice visita..

Mi ha prescritto una cura:

2 settimane schiuma rettale "Topster"
3 settimane compresse "Vesiker" 5mg
e poi mi ha detto di fare 1 settimana di pausa, di vedere se ci sono stati miglioramenti, e di quale entità, e di ricontattarlo.

I risultati dei vecchi esami erano:
Esami delle urine: PERFETTO
Urinocoltura: PERFETTO
Analisi del Sangue: PERFETTO

Ora è da 3 giorni che prendo i farmaci che mi ha somministrato questo urologo, ma non sono molto tranquillo, e tra l'altro, non riesco a trattenere la schiuma rettale per più di 1 ora / 1 ora e mezza, perchè dopo un po' mi vien voglia di urinare, e non riesco ad urinare senza prima liberarmi della schiuma >__<
E' un grave problema questo? :( La cura non farà effetto??

Cosa ne pensate? E' possibile guarire anche se non ho mai ricevuto una cura adeguata per così tanto tempo?
Cosa ne pensate??

grazie in anticipo,

Matteo

[#1]
Dr. Roberto Mallus Urologo 5.5k 109 4
Si,è solo questione di perseveranza e ... soprattutto continuità di cure
Cordiali saluti

Dott.Roberto Mallus

[#2]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
ho notato un peggioramento della disuria assumendo quei farmaci? che faccio? >__< continuo tranquillo??
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 56.1k 1.2k 641
Caro giovane lettore,
due cose non capisco dalla sua e.mail: la prima è perchè non ha cercato di ripetere nelle successive valutazioni l'uroflussometria registrata, è questa una indagine fondamentale per capire come urina e svuota la vescica, e la seconda è la "schiuma rettale", con questo termine che cosa indica?. Ci chiarisca meglio il suo quesito.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#4]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
con schiuma rettale intendo appunto la schiuma rettale...si chiama così, il medico mi ha dato una schiuma rettale topster, ogni sera devo prendere quella schiuma per via anale...non so come spiegarle meglio >__<
per l'esame purtroppo penso che non riuscirei mai a farlo, ho difficolta' ad urinare persino se sono in un posto isolato se non ho 3 mura e una porta chiusa a chiave intorno a me >__<
[#5]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 56.1k 1.2k 641
Caro lettore ,
mi era sfuggito il particolare dell'uso di un corticosteroideo come il Topster per via rettale, anche perchè non mi è usuale utilizzarlo nelle " problematiche prostato-vescicali" . A questo proposito le devo allora dire che quello che le succede , cioè la difficoltà a trattenere questa schiuma, è uno degli effetti indesiderati di questa terapia. Ne riparli con il suo urologo. Cerchi poi di eseguire , nonostante le sue difficoltà psicologiche, l' uroflussogramma già previsto perchè ci potrebbe fornire molte informazioni utili ed importanti ed inoltre ha il merito di non essere un esame invasivo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#6]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
ah dimenticavo, il medico non ha parlato di "prostatite" ma semplicemente ha parlato di quelle infiammazioni..potrebbe anche essere un problema diverso??
[#7]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
volevo chiedervi solo un'altra cosa che mi preoccupa molto..
mi devo preoccupare se urino molto di più (come quantità) quando ci sono andato da poco, rispetto a quando è un po' che non vado al bagno??
ad esempio questa mattina sono andaot appena svegliato alle 6.30, e alle 9.30 ancora non mi scappava...
ma preoccupato ho provato a farla comunque e ne ho fatta molto poca...poi mi sono rimesso a letto e dopo una mezz'ora circa mi scappava di nuovo, e ne ho fatta molto di più! 5 minuti dopo di nuovo, e ne ho fatta ancora abbastanza (sempre di più di quando l'ho fatta alle 9.30...)
Inoltre ci sono periodi della giornata (di solito al pomeriggio), in cui lo stimolo è continuo, vado spesso al bagno (circa ogni 5 minuti) e ne faccio una quantità secondo me elevata visto il tempo che passa tra una minzione e l'altra...
voi cosa ne pensa??
[#8]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 56.1k 1.2k 641
Caro lettore ,
potrebbe a questo punto essere importante anche una attenta valutazione internistica per escludere qualche dismetabolia , come ad esempio un diabete giovanile. Riconsulti il suo medico di medicina generale.
Ancora un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#9]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
è possibile che si tratti di diabete giovanile pur avendo le analisi del sangue e delle urine perfette???
[#10]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 56.1k 1.2k 641
No, se ha già fatto di recente tutte le valutazioni ematochimiche, compresa una glicemia basale, è difficile sia presente una tale dismetabolia.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#11]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
l'esame è stato fatto il 18 di gennaio di questo anno:

riporto i risultati (tra parentesi i lavori di riferimento):

---------------------------
ANALISI DEL SANGUE
---------------------------
EMATOLOGIA

Globuli Rossi 4,87 (4,5-5,5)
Emoglobina 15,0 (12,8-17)
Valore Globulare 0,96 (0,85-1,06)
Globuli Bianchi 7,0 (4-9)
Ematocrito 42,7% (40-50)
Volume Globulare Medio (MCV) 87,7 (82-96)
Contenuto medio di emoglobina (MCH) 30,8 (27-32)
Concentrazione media di emoglobina (MCHC) 35,1 (32-36)
Granulociti Neutrofili 56,0% (50-70%)
Granulociti Eosinofili 2,0% (0-4%)
Granulociti Basolfili 0,1% (0-1%)
Linfociti 35,7% (20-45%)
Monociti 6,2% (2-8%)
Piastrine 186 (150-400)
Velocità di eritrosedimentazione (VES)
Prima ora 2 (<10)

CHIMICA CLINICA

Glucosio 69 (60-110)
Colesterolo 135 (130-200)
Trigliceridi 79 (40-170)
Urea 28 (10-50)
Creatinina 0,67 (0,4-1,4)
Bilirubina frazionata
Bilirubina totale 0,86 (0,4-1,2)
Biliribina diretta 0,31 (0,1-0,4)
Bilirubina indiretta 0,55 (0,2-0,8)
Aspartato aminotransferasi (AST) 10 (<35)
Alanina aminotransferasi (ALT) 12 (<37)

---------------------------
ANALISI DELLE URINE
---------------------------

Esame completo urine
Esame Chimico Fisico
Aspetto: limpito
Colore: Giallo
Densità: 1024
pH: 6,0
Glucosio: Assente
Chetoni: Assenti
Proteine: Assenti
Eritrociti: Assenti
Leucociti: Assenti
Bilirubina: Assente
Urobilinogeno: Normale
Nitriti: Assenti
Esame microscopico del sedimento
Globuli bianchi: 0-1
Muco: Alcuni filamenti

---------------------------
URINOCOLTURA
---------------------------

Urinocoltura con antibiogramma:
Negativo.
Nessuno sviluppo microbico.
Negativa la ricerca di miceti.

------------------------------------------------------------

Con questi esami si può capire se si tratta di diabete giovanile oppure no??
[#12]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 56.1k 1.2k 641
Sembra tutto regolare sul versante dismetabolico ma questo non esclude una eventuale valutazione internistica più approfondita.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#13]
dopo
Attivo dal 2007 al 2007
Ex utente
attraverso che tipo di esami?
[#14]
Dr. Domenico Battaglia Andrologo, Urologo 259
riguardo alla sua sintomatologia urinaria non è stata fatta ancora diagnosi, è importante eseguire l'uroflussometria ed essere meno ansioso.

Dr. D. Battaglia

[#15]
Dr. Giuseppe Benedetto Urologo, Andrologo 2.7k 15
sono daccordo con il collega Battaglia

dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com

La prostatite è un'infiammazione della prostata molto diffusa. Si manifesta con bruciore alla minzione, può essere acuta o cronica: tipologie, cause e cura.

Leggi tutto