Utente 113XXX
Egregi Dottori,

Ho 54 anni.
In seguito ad uno stimolo frequente di urinare ho eseguito unas visita urologica.
Io lavoro all''estero.
I risultatI sono i seguenti:
Visita rettale nessun commento negativo
Ecografia: dimensioni prostata 3,5 cm - 3,9 cm - 3,8 cm
volume 27 cc
ecostruttura: omogenea con piccole calcificazioni
diagnosi : IBP

Mi e'' statoo dato: URICOL EFFERVESCENTE (metenamina 500 mg, citrato di
piperazina 190 mg, kelina 1,83 mg) per 15 gg
VITAMINA E (100 mg) per 30 gg
PROSTAMOL UNO (320 mg Serenoa Repens)

Che cosa ho ?

Scusatemi e grazie
Antonio

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Dagli accertamenti eseguiti, non pare che la sua prostata sia davvero ingrossata in modo significativo, d'ogni modo non si evidenziano altre alterazioni. La terapia, in particolare l'integratore vegetale (serenoa repens) è una delle più comuni terapie per i disturbi delle basse vie urinarie nell'uomo maturo. Ovviamente i vantaggi eventuali dovranno essere valutati entro il tempo ragionevole di qualche settimana.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 113XXX

La ringrazio della Sua pronta risponsta.
Io lavoro in Romania e molte volte non e' semplice comunicare
qui ed in piu' sono ipocondriaco.
Mi e' stato raccomandato di eseguire delle analisi
tra cui il Psa, ma ho paura di farlo per un responso nefasto.
Quindi Lei dice che non e' niente di grave ?
Grazie ancora e mi scusi.
Antonio

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ovviamente a distanza non possiamo giudicare alcunché, ma non ci pare il caso di avere eccessivi timori, tutto sommato alla sua età la comparsa di qualche disturbo ad urinare non puó essere necessariamente legata alla comparsa di malattie pericolose. Il dosaggio del PSA viene effettuato in genere dai 50-55 anni in avanti, in particolare se in famiglia vi sono già stati altri casi di tumore alla prostata, oppure quando lo specialista lo ritiene opportuno. Se si sospetta la presenza di una situazione infiammatoria, come potrebbe essere la sua, forse sarebbe il caso di attendere un attimo per non rischiare di ottenere dei risultati falsati. In conclusione, le consigliamo di seguire per ora le indicazioni che le sono state date, valutando l'evoluzione dei disturbi nell'arco,dei prossimi 2-3 mesi.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 113XXX

Grazie per la risposta, Lei e' molto gentile.
La serenoa repens potrei assumerla per
piu' di 30 gg ?

Grazie ancora
Antonio

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si tratta di un integratore vegetale dall'efficacia variabile ed imprevedibile, ma se vi sono degli effetti positivi, può essere assunta anche a tempo indefinito, senza alcun problema.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 113XXX

La ringrazio infinitamente
Antonio

[#7] dopo  
Utente 113XXX

Scusi ancora Dottore,
Ieri sera avendo un po' di mal di testa ho preso
un Aulin e stamane non avevo piu' quel
fastidio di urinare sempre, come dovrei comportarmi
adesso nei confronti della cura che mi e' stata data ?
Grazie ancora e Le prometto di non infastirLa piu'.
Antonio

[#8] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non deve stupire che un anti-infiammatorio risulti più efficace dell'integratore di origine vegetale, almeno nei confronti di un disturbo fastidioso. D'altro canto, gli effetti collaterali della nimesulide sono tali per cui non ne si puó immaginare un'assunzione prolungata nel tempo. Per il resto, se non ha più sintomi, veda lei.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 113XXX

Salve Dottore,

Dopo circa un anno ho di nuovo un disturbo urinario.
2 gg fa ho mi sono trattenuto nell urinare e al momento della minzione ho avvertito un dolore sordo all'inguine sinistro che man mano spariva con lo svuotamento della vescica pero' comunque mi e' rimasto una sensazione di fastidio sempre all'inguine e noto che dopo aver urinato mi brucia leggermente la punta del glande.
Lavoro sempre fuori Italia ed andare da un medico qui non e' cosa semplice, potrei di nuovo provare con la cura di un anno fa oppure e' consigliabile fare un urocultura prima ?

Grazie per la Sua disponibilita'
Antonio

[#10] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La manifestazione pare abbastanza modesta e limitata. In primo luogo le diremmo di pazientare qualche giorno per vedere se, come abbastanza probabile, i lievi disturbi andranno scemando. Se così non sarà, è tutto sommato lecito tentare empiricamete con la terapia anti-infiammatoria. Le modalità di insorgenza del disturbo non sono infatti molto coerenti con una causa infettiva.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11] dopo  
Utente 113XXX

La ringrazio Lei e' sempre gentilissimo,

Ma perche' di tanto in tanto soffro di questi problemi ?

Grazie ancora
Antonio

[#12] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' la storia naturale di questi disturbi, che in quanto cronici, tendono a ripresentarsi di tanto in tanto, per cause più o meno individuabili.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#13] dopo  
Utente 113XXX

Di nuovo grazie di cuore Dottore,

Quindi attendero' un paio di gg e vedro' come va e dopo cerchero' con l aulin.

Grazie ancora e mi scusa per l'ora

Antonio