Utente
Salve, spero di essere nella sezione giusta. Ho 24 anni e vi racconto la mia situazione da circa un mese a questa parte; dopo avere effettuato un sforzo non indifferente all'inguine pochi giorni dopo mi sono trovato una pallina nella zona inguinale-crurale sinistra, all'inizio ero convinto fosse un ernia (da piccolissimo ho sofferto molto di ernie in quella zona) ma andando dal medico mi disse che era un linfonodo gonfio e mi disse di fare un esame del sangue approfondito, tutto ok dall'esame, mi diede una cura antibiotica (Augmentin) e con il tempo il linfonodo si è sgonfiato quasi del tutto; circa 10 giorni fa palpandomelo mi disse che era quasi rientrato nella norma. Separatamente circa una settimana fa iniziai a sentire dei fastidi nelle seguenti zone: gluteo, interno coscia, inguine e testicolo sinistro. Sono un ragazzo che cammina molto e questi fastidi li ho notati dopo lunghe camminate e dopo sforzi, la sera soprattutto dopo aver passato le giornate in movimento, la mattina incece tutto sparito. Adesso il linfonodo è sparito, quindi ho solo questo problema sotto sforzo, e noto come una leggera tensione in alcune vene nella zona sinistra bassa tra il pene e la coscia. Oggi vado di nuovo dal medico. cosa potrebbe essere? E cosa dovrei fare? grazie in anticipo

[#1]  
Caro signore,
tutto depone per una modesta questione muscolo-.tendinea. veda che dice il medico: ma tranquillo.

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore, oggi vado dal mio medico, ma secondo lei sarebbe il caso di fare ecografia ? vorrei aggiungere che circa 2 mesi fa ho subito una distorsione alla caviglia destra, così ho sforzato di più la gamba sinistra camminandoci un po male, potrebbe essere anche dovuto a questo ?

[#3]  
senta prima che dice il collega. Per distorsione potrebbe essere causa.

[#4] dopo  
Utente
Il medico mi ha ricontrollato i linfonodi dicendomi di stare tranquillo perché sono rientrati quasi nella norma... Ancora ho quei fastidi interno coscia, e nel gluteo, sempre con un senso di vene in tiro, il mio medico ha confermato la sua ipotesi... Ripeto che la mattina è quasi nullo quest fastidio. Se dovesse persistere cosa mi consiglia di fare ?

[#5]  
andare da ortopedico.

[#6] dopo  
Utente
Il fastidio è calmato, però ho la vena tra il pene e la coscia gonfia e tesa e si è gonfiato un po il linfonodo della coscia, sono molto spaventato ed ho molta ansia per questo, ho la testa sempre lì e questo mi porta anche ad avere poca fame. Cosa devo fare?

[#7]  
Non vedo gran motivo di allarme, e la cosa è di competenza del suo medic di base, poco a a che fare con andrologia.

[#8] dopo  
Utente
Va bene dottore, grazie, la mia grande paura è quella di avere un tumore. Comunque il prima possibile parlerò con il mio medico, una cosa sola, anche se questa domanda non è relativa all'andrologia, io ho un gatto in casa e stiamo spesso a stretto contatto, secondo lei c'è la possibilità di una toxoplasmosi (mia mamma una volta l'ha presa)?

[#9]  
penso sia la cosa più probabile,