Utente 386XXX
Buonasera dottori.
Circa tre settimane fa notai sul tronco del pene (in basso vicino all'attaccatura dei testicoli) quello che mi sembra un brufolo di circa 3 mm di diametro e non gli diedi peso dato che non mi faceva male e non mi dava fastidio.
Non è visibile la punta bianca tipica di un brufolo per questo penso sia una ciste sebacea, però mi sembra di notare un "puntino" sulla punta del "brufolo" simile al buco che si trova all'attaccatura dei peli o capelli quindi mi è venuto il dubbio che possa essere un'infezione del bulbo pilifero.
Ieri ho provato a spremerlo poco e piano e non è uscito niente però si è gonfiato, ora al tatto fa un pò male, il suo diametro è di circa 5 mm e sembra che possa uscirne qualcosa da un momento all'altro.
Oggi ho fatto (per due volte) degli impacchi di acqua calda imbevuta in un asciugamano ma non mi sembra sia migliorato niente (anche se ho fatto solo due impacchi).
Cosa potrebbe essere? Una ciste sebacea, un'infezione del bulbo pilifero o un semplice brufolo?
Come devo comportarmi?
Posso spremerlo per far fuoriuscire il tutto?

Grazie anticipatamente delle eventuali risposte.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
è altamente probabile che si tratti di una cisti sebacea, ora infiammata dalla inopportuna manovra di spremitura. Le suggerisco di NON premere la verosimile cisti (rischia di danneggiarne l'involucro con infiammazione dei tessuti circostanti), e di farsi valutare direttamente, in prima battuta anche dal suo medico di famiglia.
Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Grazie dottore per l'accurata risposta.
Provvederò a farmi visitare dal mio medico di famiglia.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 386XXX

Scusate se riapro un consulto ormai chiuso, ma circa due o tre giorni dopo avervi posto il mio problema notai sulla "cisti" una punta bianca, sempre sopra la punta bianca due puntini rosso sangue che però erano interni dato che ho provato a pulirli ma non è venuto via niente. Dopo sono andato in piscina ed a fine giornata la "cisti" si era rotta facendo fuoriuscire il suo contenuto e facendola sgonfiare molto (penso che l'acqua abbia ammorbidito la pelle rendendola più fragile facendola rompere).
Per facilitare la fuoriuscita del contenuto non l'ho spremuta ma ho "stirato" la pelle alla base della presunta cisti facendo uscire il suo contenuto (anche se non tutto), pus e poco sangue.
Dopo l'ho disinfettata con acqua ossigenata e ho lavato il tutto con del sapone.
Adesso ancora è presente un bozzo con un buco sopra (dove fuoriesce il suo contenuto) ma sembra sgonfiarsi sempre più di giorno in giorno anche se a volte si ricrea il pus.
Il "bozzetto" scomparirà da solo essendo una conseguenza della cisti o è ancora pieno di sebo da espellere?
Grazie.
Cordiali saluti.