Utente 404XXX
Buonasera,
ho diversi calcoli di piccole dimensioni presenti nei reni e sono reduce da diverse coliche dovute ad un calcolo appena espulso. Mi chiedevo se assumere 1 litro al giorno per un mese di tisana, a base di erba spaccapietra, è una terapia valida per ridurre la dimensione dei calcoli o se c'è il rischio di farli staccare provocando una nuova colica.

Grazie molte.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Vi è un solo tipo di calcoli per i quali si può pensare ad una dissoluzione attiva con sostanze introdotte per bocca, questi sono i calcoli di acido urico, in particolare quelli piccoli all'interno del rene. Questo risultato può essere ottenuto rendendo le urine meno acide (ovvero alcaline) tramite l'assunzione di particolari sostanze, come citrato, bicarbonato, oppure infusi di tipo vegetale tra cui quelli a cui lei fa cenno. Per tutti gli altri calcoli, in particolare quelli contenenti calcio, non esistono al momento sostanze in grado di ottenere un risultato apprezzabile. Pertanto, per venire al suo caso, la potenziale efficacia del trattamento dipende dal tipo dei suoi calcoli, stabilito in base all'analisi di eventuali elementi già espulsi, od in alternativa in base ad altre caratteristiche ben note allo specialista.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Buonasera,
il calcolo espulso è risultato essere di ossalato di calcio. Non ci sono quindi delle terapie per sciogliere calcoli di questo genere presenti nei reni?
Grazie.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A voler essere precisi, esiste un solo estratto vegetale che è stato proposto per questo scopo ed è il Phillantus Niruri, che entra nella composizione di molti integratori a base di citrato di potassio ed altri miracolosi componenti ... Purtroppo la nostra esperienza maturata nelle ultime decine d'anni, non ci porta ad essere molto ottimisti sugli effetti di questa sostanza. Per carità, nulla di nocivo, ma bisogna pure che ne vala la spesa.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing