Utente 436XXX
Salve,

ho effetuato degli esami delle urine in quanto da diversi mesi ho bruciori nelle vie urinarie e a livello vescicale...
Negli esami delle urine sono stati riscontrati questi dati:

PH: 7,5
Peso specifico : 1033
urobilinogeno: 2,00mg
proteine: 30mg
leucociti: 30p
cristalli di calcio ossalato di idrato: 39p

Questi valori possono rappresentare il continuo bruciore provocato nella minzione e anche durante l'arco della giornata?
Che cosa indica la voce Urobilinogeno?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il dato più saliente di questo esame è che le urine sono eccessivamente dense (1033) perché lei abitualmente assume pochi liquidi. Vi sono altri segni che potrebbero rimandare ad una blanda infiammazione delle vie urnarie. L'esame sarebbe da completare con una urocoltura e, se i disturbi perdurano da qualche tempo, sarebbe melgio far valutare direttamente i risultati da un nostro Collega specialista in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 436XXX

L urocoltura é risultata negativa ...

Quindi assumendo più liquidi durante la giornata potrebbe diminuire questi cristalli di ossalato di calcio onde evitare che diventino calcoli?

E la voce urobilinogeno a 2,00 mg è connesso all assunzione di pochi liquidi?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La presenza di cristalli ad un primo ed unico rilievo potrebbe essere banalmente influenzata dall'alimentazione del giorno precedente. Parlare di calcoli è fuori luogo o comunque prematuro. La diluizione delle urine ottenuta assumendo molti liquidi è comunque il provvedimento più importante. Nelle urine concentrate tutti gli altri valori possono risultare debolmente alterati (proteione, urolbilinogeno). L'esame sarà comunque da ripetere a distanza, come certamnte le consiglierà il nostro Collega.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing