Utente 330XXX
buongiorno...ho quasi 62 anni.ho avuto episodi di ematuria..visita urologica e eco buona x ulteriore aprofondimento fatto tac con mdc.consigliato da urologo la risposta e questa..esame eseguito con tcmd durante e dopo somministrazione mdc x via e.v. completato con ricostruzioni urografiche..non alterazionifocali patologiche a livello del parenchima epatico.non dilatate le vie biliari principali.nella norma milza pancreas,e surreni.reni in sedenella norma per morfologia edimensioni con alcune formazioni cistiche bilateralmente più evidenti a sinistra.non dilatate levie escretrici.veschica normodistesa con pareti di spessore normale.prostata ai limitidimensionalidellanorma(dm mm.47) con modico aggetto endoviscerale.non evidenza di significative alterazioni focali di riferimento intestinale.assenza di tumefazioni linfonodali patologiche in sede addominale.assenza di versamento libero...io sono un podista ...il problema dopo aver fatto questa tac 5 giorni dopo di nuovo ematuria leggera e un dolore al reno sinistro...dopo la corsa ...vi ringrazio in anticipo ...buongiorno

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La presenza di sangue nelle urine in assenza di evidenti disturbi associati deve essere sempre indagata con molta attenzione. La TAC eseguita ci permette di escludere alterazioni importanti e pericolose, peraltro non ci permette ancora di individuare con certezza la causa del sanguinamento. Immaginiamo sia già stato risgiesto ed eseguito l'esame citologico. Lei ci parla della comparsa dopo la corsa, è accaduto lo stesso anche in occasione dei precedenti episodi?
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 330XXX

la prima volta dopo essere stato al mare senza correre la seconda e terza volta dopo la corsa..grazie

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Allora é da prendere in considerazione anche l'ematuria cosiddetta "cinematica", tipica dei fondisti e maratoneti, dovuta ai microtraumi da soccussione ripetuta del rene. La presenza di cisti potrebbe ipoteticamente favorire. Si tratta di una manifestazione sostanzialmente benigna, la perdita di sangue é comunque irrisoria. Parliamo comunque di una delle possibili cause, alla diagnosi arriverà il suo urologo di riferimento, probabilmente per esclusione, dopo aver completato gli accertamenti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 330XXX

grazie molto

[#5] dopo  
Utente 330XXX

buongiorno...purtroppo continuo ad avere ematuria...fatto uretrocistoscopia il 7/9/2017 questo esito...uretra pervia,lobi prostatici ipertrofici con collo vescicale rilevato ostruente.non si rileva presenza di lesioni vescicali recidive...urologo mi ha prescritto xatral 10 mg 1 al giorno...il problema che quando esco a correre al rientro ho ematuria dopo magari 1 ora che urino non ho niente perlomeno non visibile....fatto analisi sangue e ho globuli rossi 4.43 globuli bianchi 8.96 ematocrito 37.4 emoglobulina12.5....praticamente un pochino bassi...infatti faccio fatica a correre e i battiti sono accellerati di circa 20 battiti...mi sento sempre stanco e mal di testa....grazie

[#6]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La sua è quindi un'ematuria cinematica, ma probabilmente di origine prostatica e non renale. Se lei ha associati dei disturbi urinari di qualche rilievo, verosimilmente l'intervento disostruttivo prostatico potrebbe essere la soluzione del problema. Comprendiamo però che sia una decisione non semplice da confermare e che necessiti di molta attenzione da parte del nostro Collega che la sta seguendo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
Utente 330XXX

grazie .