Utente 225XXX
Buonasera l altro giorno mamma ha avuto vomito e un dolore al fianco, siamo andati al pronto soccorso perchè pensavo ad una colica e le hanno fatto l eco all addome e hanno detto che era tutto ok.ha preso efferergan x 3gg e la plasil e s e ripresa!dopo 3 giorni poi ha avuto questo episodio di sangue nelle urine x 2 volte ma ora nient altro!abbiamo rifatto l eco all addome e alla vescica e qst è l esito: “I reni appaiono In sede anatomica Regolari per dimensioni e Morfologia. No ectasiche. Piccola cisti mesorenale corticale 9mm.
Vescica ben distesa A contenuto uniformemente transonico con spessore delle pareti (5mm). profilo mucoso lievemente irregolare senza evidenti lesioni a carattere aggettante nel lume evidenziabile in relazione al grado di riempimento vescicale“. Fatto poi l urinocultuna ma è essente di ogni infezioni. Ma ieri sera e stamattina ancora sangue.
Come procedere?è preoccupante?

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La situazione è comunque sospetta per la presenza di un (piccolo) calcolo in progressione tra rene e vescica. L'esordio con dolore al fianco ci impone di formulare questa ipotesi. Riterremmo utile l'esecuizione di una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 225XXX

Ieri siamo stati dall urologo... le ha fatto assumere prima dell appuntamento 2 ugurol x 2 volte al giorno x 3 gg e cistalgan 500rm x 3 gg!ora le ha prescritto un ricovero x una cistografia ma non ho capito bene quale potrebbe essere l esito di tutti qst accertamenti... riesce ad aiutarmi?

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Evidentemente il Collega ha interpretato il disturbo in un altro modo, certamente più preciso del nostro, che possiamo basarci solo su quanto lei ci riferisce. Il sospetto sarebbe dunque quello di un sanguinamento a partenza vescicale. Immaginiamo però che sia stata programmata una indagine endoscopica (cistoscopia) e non una indagine radiologica (cistografia) come lei ci riferisce.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing