Utente 674XXX
Buongiormo, forse sono nella sezione sbagliata ma purtroppo in quella esatta no mi era possibile inserire la domanda.
Premetto che sono un uomo di 33 anni sposato e con un figlio. In passato precisamente circa 7 anni fa ho sofferto di emospermia per circa 2 anni. Dopo varie visite e cure sono riuscito a risolverlo definitivamente fino al mese scorso. Ho iniziato con una forte cistite che provocava bruciore durante la minzione. Più tardi dopo un rapporto mi sono accorto di avere anchd sangue nello sperma. Ho iniziato la curca che feci all'epoca ma ancora oggi non ho alcun risultato, anzk, mi sono accorto che la mattina ho delle tracce marroni negli slip dopo aver urinato. Sono uno sportivo, pratico palestra regolarmente da diversi anni. Non ho ancora fatto alcuna visita sperando che il problema si risolvesse spontaneamente e con delle cure che ho usato a suo tempo(topster e deprox). Non ho alcun fastidio nè durante i rapporto nè durante la minzione. Potrebbe trattarsi anche questa volta di infiammazione generica magari dovuta ad alimentazione? È il caso di non aspettare e fare delle analisi?

Ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non perda altro tempo in internet; solo il suo specialista di riferimento le può fare una diagnosi corretta e poi impostare una terapia mirata.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema andro-urologico, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/975-emospermia-sangue-liquido-seminale.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 674XXX

Egregio dott.re

Grazie per la sua cortese risposta. Volevo dirle che, sotto consiglio medico, ho eseguito più volte analisi dello sperma e delle urine ed ecografia(quest’ultima negativa tutto nella norma).

Nello sperma invece mi uscì una infezione e precisamente stafilococco.
Impostammo dunque una terapia a base antibiotica per diverse settimane ed alla fine non solo il problema del sangue nello sperma non è stato risolto ma l’infezione è stata debellata pur se tutt’oggi ho gli stessi disturbi.

Devo dire peró, che facendoci caso il problema ematuria si presenta quando sgarro con alcuni alimenti( champagne, vino e caffè) ed ineffetti subito a distanza di 3 giorni il disturbo compare alla sera in modo acuto.

Domani avrô i risultati delle analisi(sperma e urine).

Ha qualche consiglio da darmi in merito?
Pensa che sia un problema risolvibile? O dovró a vita regolarizzare e stare a stecchetto?

Resto innatteda di un suo riscontro e mi scusi se mi sono dilungato.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Vediamo che ci dicono le analisi in corso, comunque, in questi casi, è sempre bene fare attenzione alla dieta che si segue.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 674XXX

Egreggio,
In attesa di essere visitato lunedi da un urologo volevo dirle che i risultati delle analisi dello sperma e delle urine è risultato negativo.

In questi giorni ho fatto attenzione all’alimentazione (non bevendo nessun tipo di alcolico) e sembrava andasse meglio fino a poco fà quando ho avvertito il senso fare pipì e in realtà non era così, ineffetti dopo poche gocce è uscita nuovamente urina di colore rossastro.

Volevo precisare che a novembre ho fatto anche un esame ecografico addome ma nulla di anomalo è stato riscontrato in sede reni e vescica, se non un ingrossamento della prostata con delle calcificazioni.

L’unico sgarro che mi sono concesso in questi giorni è stato bere tanto latte e miele non so potrebbe incidere.

Secondo lei se fosse stata qualcosa di grave nell’esame ecografico sarebbe uscito?
Sono molto preoccupato.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certamente, ora sentiamo comunque cosa le dirà il suo urologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com