Utente 162XXX
Buongiorno Dottori, mio padre (79 anni) è stato operato il 29/8 di Turb bipolare alla vescica per due sospette neoplasie (in attesa di esame istologico).

Dimesso il 1/9 con prescrizione terapia antibiotica per 5 giorni, era stata programmata la rimozione del catetere il 5/9 (a una settimana dall'intervento). Ciò non è stato possibile in quanto le urine erano ancora scure.

E' normale, a 10 giorni dall'intervento, espellere visibili grumi di sangue che, quando attraversano il catetere provocano dolore e bruciore?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'entità e la durata del sanguinamento dopo un intervento dipendono da molti fattori, primo fra questi le caratteristiche della lesione asportata. Possono avere influenza eventuali farmaci diretti alla coagulazione del sangue che i soggetti anziani a volte hanno in terapia (eparina? aspirina?). Comunque prima o poi in genere la situazione si stabilizza in modo che il catetere possa essere rimoso, anche se le urine non sono ancora perfettamente chiare.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing