Utente 297XXX
Buongiorno a tutti.
Maschio, 38 anni, non fumatore,pochissimo alcolici( 2 volte al mese massimo).
Pratico sport (ciclismo amatoriale).
Circa due settimane fa ho avuto un caso di macroematuria iniziale, suguita da urina chiara, appena tornato dal un breve giro in bici.
Durante il giro avevo per la prima volta in vita mia avuto dolori perineali abbastanza pungenti.
Ematuria che si è presentata in parte anche il mattino successivo, sempre iniziale, ma con poche gocce di sangue seguite da pipì chiara.
Sintomi bruciore perineale dopo una ventina di minuti dalla minzione e a volta sensazione di calore e fastidio sempre in quel luogo.
Subito visitato dal medico ho fatto esame urine con valori di 0.03 emoglobina e emazie 1-3. Presenza di muco e ossalati di calcio ( questi li ho frequentemente nelle analisi (da circa 20 anni).
Antibiogramma negativo.
Fatta poi ecografia addome completo con tutto nella norma. Giorni prima a causa di dolori inguinali che avevo da un mesetto ( leggero strappo grande adduttore)e pesantezza testicolare ( varicocele 3 grado con reflusso da anni) fatta eco testicolare pelvi con tutto okay.
Contatto tramite il mio curante anche un urologo il quale mi visita anche a livello prostatico non trovando nulla di anomalo, malgrado il mio fastidio e sensazione di calore tra perineo e scroto e mi fa altra eco apparato urinario risultata negativa.
Mi prescrive supposte Topster e antibiotico per 5 giorni.
Con l'indicazione di fare una esame citologico e se me la sento cistoscopia.
Il mio curante sarebbe propenso solo per il primo al momento.
Bevo molto da quel episodio ( prima max 1 lt al di, anche quando vado in bici anche pedalando per molte ore non bevevo molto e tenevo trippo la pipì ahime).
Ad oggi ho sulle dieci minzioni giornaliere, quasi mai notturne, il colore è chiaro,solole prime del mattino piu scure.
Non ho piu avuto sangue evidente e in settimana ripeterò esame sangue e urine.
L ecografo, persona molto esperta e maratoneta per passione ha detto che sembra un caso da ematuria dovuta allo sforzo fisico. Potrebbe essere così, visto le analisi ed eco negative?
Sintomi ora non ne ho evidenti, anche il fastidio perineale è direi cessato definitivamente. Cosa mi consigliate? Grazie di cuore!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

potrebbe essere in effetti una "ematuria dovuta allo sforzo fisico"; bene in questi casi, sempre sotto la guida del suo urologo, monitorare la situazione con ecografie ripetute a livello della vie uro-genitali e con esami delle urine complete ed eventuale valutazione citologica più mirata sul sedimento urinario; eviterei per il momento la cistoscopia, esame comunque leggeremente invasivo.

Un cordiale saluto
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 297XXX

Grazie gentilissimo dott. Beretta.
Mi sono anche dimenticato di aggiungere che per via del fastidio inguinale, nei giorni precedenti ho forse un po abusato con compresse di Ibubrofene, che ho poi scoperto possa anche tra le varie controindicazioni causare ematuria.
Un'altra curiosità: ora che assumo 2 litri e più di acqua al giorno,ho notato un leggero dimagrimento specie di massa grassa( pancetta, fianchi) è possibile questa cosa? Tenga anche conto che specie i primi giorni, credo a causa dell'ansia, avevo poco appetito, specie durante la colazione.
Grazie cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutte le sue osservazioni, ipotesi e considerazioni sono condivisibili.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 297XXX

Buongiorno dottori.
Vorrei aggiornare la mia situazione con gli esami ematici urine ritirati oggi.
Sangue sostanzialmente a posto con solo valori alti di bilirubina.
Urine con valori du:
Emoglobina 0.0 era 0.3
Emazie. 4 val max 15
Leucociti 6 val max 20
Cellule epiteali squamose 43
Nessuna carica batterica

Cosa potete dirmi su questi nuovi valori?
Grazie per la gentilezza.

Buone feste

[#5] dopo  
Utente 297XXX

Scusate ho omesso anche Albumina che era 10 due settimane fa e 15 in quelle ritirate questa mattina.
Devo preoccuparmi?
Grazie mille!

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Esiti non drammatici; senta o risenta ora in diretta sempre il suo urologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 297XXX

Grazie mille per la cortese risposta.
Vorrei porle un altra piccola questione.
Oggi per la prima volta dal episodio di macro ematuria ho provato con una masturbazione a vedere diciamo la situazione dello sperma.
Non ho notato emospermia, ma appariva molto trasparente e in forma assai liquida. In passato era molto più denso e biancastro con maggiore potenza di uscita.
Sia nei rapporti sessuali sia con la masturbazione.
Può significare qualcosa riguardo la mia situazione? Grazie
Cordiali saluti a tutti

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, comunque, in questi casi, sempre bene fare un esame del liquido seminale con eventuale valutazione colturale completa, senta a questo proposito in diretta sempre il suo andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 297XXX

Buongiorno e buon anno nuovo!
Vorrei aggiornare la.mia situazione, ad inizio anno ho fatto un altra visita urologica da un esperto urologo/andrologo di mia fiducia.
Dopo la sua visita mi ha consigliato, vista la mia età di soprassedere per quanto diguarda un eventuale operazione al varicocele.
Contestualmente, durante l esplorazione rettale ha riscontrato, diversamente dalla precedente urologa che mi aveva visitato, una flogosi prostatica.
In settimana farò esame citologico.
Cura prescritta: unidrox e flaminase.
Cosa ne pensate?
Ad oggi i miei sintomi sono:
Lieve bruciore qualche minuto dopo la minzione, sensazione di calore, specie durante un piegamento o alla seduta della zona tra ano, perineo e scroto.
Mi ha anche prescritto una uroflussometria e uno spermiogramma con spermicoltura.
Può davvero essere una prostatite a darmi questi sintomi fastidiosi?
Non ho più ovviamente preso la.mia amata bicicletta....
In attesa di una vs. Cordiale risposta porgo cari saluti

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua le indicazioni e, se presente prostatite, per il momento sospenda l'uso della "sua amata bicicletta".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#11] dopo  
Utente 297XXX

Grazie dottore.
Le chiederei un altra cosa:
Lunedii devo fare esame citologico, siccome sono in cura con antibiotico e antinfiammatorio per la prostatite, potrò fare esame? Potrebbe risultare falsato?
Servono le prime o le seconde urine del mattino? Grazie cordiali saluti!

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia tranquillamente il suo esame citologico; i farmaci che sta prendendo non "falsano" l'esame.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
Utente 297XXX

Buongiorno cari dottori!
Ho appena ritirato l'esito del mio esame citologico sui 3 giorni.
Volevo chiedervi gentilmente un parere.

Cellule squamose, rari leucociti ed elementi uroteliali, anche in microaggreganti, con modificazioni reattive.
Ora credo che se fossero state presenti cellulare neoplastiche sarebbe state indicate giusto?
Posso stare tranquillo?
In quei giorni ero in cura antibiotica ed antinfiammatoria.
Ho comunque effettuato una nuova ecografia addome completo il 19 gennaio con tutto nella norma come la eco precedente di dicembre.
In attesa di un vostro cortese riscontro porgo cordiali saluti!

[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le sue considerazioni sono condivisibili, ora comunque prenda contati diretti con il suo urologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#15] dopo  
Utente 297XXX

Buongiorno dottore!
Si ho già preso appuntamento per metà mese con il mio urologo di riferimento. Nel frattempo, mi potrebbe solo chiarire cosa significa "modificazioni reattive" ?
Grazie per la pazienza....
Buona giornata!

[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
..reattive all'infiammazione...
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#17] dopo  
Utente 297XXX

Buonasera cari dottori.
Ho effettuato lo spermio grammatica, ecco i risultati:
Quantità 4.5 ml
Aspetto lattescente
Colore biancastro
Viscosita normale
pH 8
Esame microscopio frequenti leucociti ed emazie
N. Dei nemaspermi 6 (30-200)
N. Mobili all'emissione 5 (55-80)
Nemasp. Mobili dopo 2 h 2 (45-60)
Forme normali 88
Indice di fertilità 1

Mi pare abbastanza disastroso, partendo dal presupposto che comunque non voglio procreare.
Grazie a chi risponderà.
Saluti

[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Osservazioni le sue condivisibili anche se il parametro "Forme normali 88", che forse vuol dire 88%, ci dice che l'esame non è stato fatto seguendo le ultime indicazioni date dall'OMS.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#19] dopo  
Utente 297XXX

Si dottore è esattamente così 88%. Mi chiedo perché possano questi laboratori ad oggi 2018 non adeguarsi a questa direttiva.
Per quanto riguarda la mia prostatite a questo punto posso definirla abatterica, non avendo trovato nulla in coltura?
Grazie mille.

[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#21] dopo  
Utente 297XXX

Molto interessante!!
Un ultima domanda se posso....
Per un altro esame, Delle feci, ho trovato dei miceti (candida) intestinale. Può questa eventualmente causare anche fastidi urinari, pur non essendo trovata nella spermio colturae nei precedenti urino coltura?
Grazie mille per il servizio prezioso che fornite!

[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se "non trovata nella spermiocoltura e nelle precedenti urinocolture", no.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#23] dopo  
Utente 297XXX

Grazie!
È comunque normale che una prostatite abatterica possa avere dei periodi di calma e di recrudescenza (calore perineo testicolare) dopo eiaculazione o minzione??
Mi consigliate uso di integratori naturali per la prostatite?
Grazie buon fine settimana

[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, può essere normale.

Si ricordi comunque che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#25] dopo  
Utente 297XXX

Caro dottore mi deve scusare, ovviamente ho sbagliato interpretazione nei risultati dello sperrmiogramma, avendolo fatto nello stesso centro della coprocoltura.
I miceti sono stati trovati nello sperma, nelle due precedenti urino colture non erano stati rilevati.
Cosa può significare? Posso fare un esame che mi dica che funghi sono?
Quali sono i disturbi che da una possibile candida nello sperma?
Grazie cordiali saluti

[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sicuro dei risultati colturali avuti?
Perché ci parla di candida nello sperma?
Che dice il suo andrologo di riferimento?

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#27] dopo  
Utente 297XXX

Buonasera dottore
Si, proprio nel liquido seminale, che dice:

Ricerca germi comuni: NEGATIVO

Ricerca colturali miceti: mutazione in omozigosi.

Ricerca Chlamydia Trachomatis dir. NEGATIVO

Ricerca Ureaplasma Urealyticum NEGATIVO

Ricerca Mycoplasma Homins NEGATIVO

Ora prenderò appuntamento dal vivo con la andrologo.
Nel frattempo potreste dirmi qualcosa su questo quadro?
Buona serata

[#28] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

relazione non comprensibile questa:

"Ricerca colturali miceti: mutazione in omozigosi".

Senta o risenta ora, sempre in diretta, il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#29] dopo  
Utente 297XXX

Cari dottori, vorrei un chiarimento su quello che mi è accaduto poco fa.
Urinando ho ho avuto modo di vedere chiaramente filamenti di muco bianco nella mia urina.
La cosa mi ha notevolmente spaventato!!
Dai qualche giorno i miei sintomi sono tornati fastidiosi, bruciore post minzionale, urine più cariche alla prima minzione e calore perineo testicolare.
Sono davvero molto abbattuto da questa storia. Fino a 10 giorni fa i sintomi erano in remissione, ora li ritrovo e a livello psicologico è pesante.
Un po' di muco lo riscontro anche nelle feci.
Cosa potete consigliarmi,
Grazie mille

[#30] dopo  
Utente 297XXX

Cari dottori, oggi ho effettuato una nuova visita da un nuovo urologo, più vicino alla mia residenza. Ha analizzato tutti gli esami precedenti, fatto una eco addome bassa (negativo) una uroflussometria risultata normale.
Alla fine ha consigliato di fare una urotac con mdc e se anche questa risultasse negativa fare una urocistoscopia che mi praticherebbe lui privatamente.
Pensa che possa esserci un micro calcolo, non visto nelle eco addome o un collo vescicale più stretto.
Dopo 4 eco addome negative, un citologico negativo, ultimi esami urine pulitissime è davvero il caso di fare altri esami più invasivi?
Cosa potete consigliarmi?
Gradirei se possibile, più di un parere! Grazie mille

[#31] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il mio modesto parere è quello di non drammatizzare e confrontarsi sempre in diretta con il suo andrologo od urologo di fiducia.

Detto questo poi le ricordo comunque che sempre il confronto diretto con il suo specialistica di riferimento, in carne ed ossa, rappresenta il solo strumento valido per potere ricevere un’indicazione clinica mirata e che i consigli forniti via internet vanno sempre presi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com