Utente 355XXX
Buona sera, nei primi di novembre sono stato sottoposto ad un intervento di circoncisione totale per fimosi ed eiaculazione precoce ( esame istologico ha dato: ipercheratosi e sclerosi dermica).
L’intervento ha dato complicazioni: un grumo di sangue lato sinistro e una volta tolto tutti i punti si è formato un edema sul lato destro. Dopo 40 gg dall’intervento ho fatto togliere 7 punti che non sono mai caduti.. avevo delle massicce erezioni anche se un Po dolorose al contatto con le imperfezioni create ma spostato magari i box o la tuta che facevano resistenza l'erezione restava bella massiccia (una sensazione fantastica). Con il chirurgo ci siamo rivisti a fine gennaio diagnosticando le complicazioni.
È intervenuto chirurgicamente eliminando perfettamente il grumo di sangue applicando nuovamente 4 punti e incidendo l'edema laterale. Da fine gennaio data del secondo intervento si è arrivati al primo marzo per eliminare i punti non caduti (cosa strana per la seconda volta che alcuni cadono e altri no), il grumo di sangue non c'era più e per non far formare nuovamente un edema lato destro tenere sempre il pene a nord con una piccola fasciatura e aureomicina pomata perché la parte di pelle sotto la cucitura era come irritata ancora.. problema successivo è stato che in erezione era molto stretto e faceva male. Quando andava al massimo provavo dolore sul lato rivolto all’addome e il glande si oscurava viola.
Mi sono fatto visitare dal chirurgo e non ha notato nulla. La sensazione era come se non avessi abbastanza pelle dilatata per raggiungere il massimo dell'erezione motivo per cui durante la masturbazione consigliata per elasticizzare a volte perdevo l'erezione. Sono passati ulteriori 15 giorni, l'erezione è un po' migliorata ma si è capito cos'era che mi provocava questo dolore: sempre sul lato rivolto all'addome sotto la cicatrice c'erano dei punti che stranamente formavano delle palline sotto pelle relativi al primo intervento che trovavo strano facessero male dopo il secondo intervento e non dopo il primo. può essere secondo voi che nel togliere il grumo di sangue e mettendo altri 4 punti la cucitura sia più stretta della prima volta?
Ora il motivo del consulto è: dopo il primo intervento, le mie erezioni erano automatiche, potevo masturbarmi quanto volevo la sera e tornava sempre duro la mattina, anche se il grumo di sangue faceva male non importava.. sembrava di avere un osso. Dopo il secondo intervento non ho avuto la stessa sensazione, anzi come se fosse strozzato.
E' possibile che il secondo intervento abbia peggiorato il primo ? il chirurgo dice che sono solo stressato.
Mi son fatto vedere da un sessuologo e da un chirurgo generico anche se giovane. Entrambi mi hanno detto che la cicatrice è troppo adiacente al glande, in quanto sotto la cicatrice si nota una coroncina leggermente gonfia e sotto questa una parte del pene più stretta... che abbia sbagliato completamente? può essere che io abbia una strozzatura? grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Complimenti per la descrizione, molto "colorita" ... Scherzi a parte, a distanza non è ovviamnte possibile esprimere un giudizio su una situazione che senz'altro,impone una valutazione diretta. Le complicazioni della circoncisione sono molto rare, ed ancor più rare sono le indicazioni ad una revisione chirurgica. Noi non abbiamo elementi per giudicare cosa abbia spinto ad agire in questo senso, sta di fatto che a qualsiasi atto chirurgico segue sempre una cicatrizzazione, sia profonda che superficiale, che può modificare le cose sia dal punto di vista funzionale che estetico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 355XXX

Ma come si fa ad essere certi che le cose stiano bene o male? magari con delle foto inviate privatamente posso farvi avere un'idea? grazie

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per ovvi motivi di sicurezza noi non possiamo ricevere ed aprire allegati di qualsiasi tipo. Ricordi comunque che il nostro è un servizio informativo gratuito e non può sostituire la indispensabile valutazione diretta di un nostro Collega.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 355XXX

la ringrazio per la risposta ma nei vari consulti trovati, mi è capitato di leggere che privatamente erano stati inviati allegati in foto.. certo ovviamente sono intenzionato ad andare da uno specialista ma essendo agosto trovo difficoltà. giova precisare che col cialis non ho nessun problema di erezione, ma sono molto precoce nell'eiaculare. grazie

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Può darsi che qualche Collega si comporti in modo diverso, a suo rischio e pericolo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 355XXX

va bene, sono riuscito a prenotare una visita urologica.
A parte quello che noterà il medico ad occhio nudo dal vivo, ci sono delle tecniche o esami per capire se veramente ho una cucitura stretta? grazie

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Sostanzialmente no, la valutazione diretta è già più che sufficiente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 355XXX

ok, grazie per la sua risposta.
giorno 11 ho la visita dall'urologo sperando di avere delle certezze e vi terrò aggiornati. A metà marzo, una settimana dopo aver tolto i punti del secondo intervento il chirurgo mi somministrò un levitra da 20 mg per studiare la mia erezione visto che lamentavo dolori e la colorazione viola del glande come soffocato. Mi lasciò in una camera con un porno e al momento opportuno entrò per fare una foto sfocata del mio pene e devo dire che trovavo la cosa non molto professionale visto che la mia erezione con tutto il farmaco non reggeva se non sotto la stimolazione della mia mano e poi perché la foto la faceva con un telefonino al quanto poco recente. Ovviamente diceva che era tutto normale. Voi cosa pensate di questa tecnica? e poi il levitra da 20 preso due ore prima non doveva darmi un' erezione stabile? certo vedere il medico far la foto forse mi distraeva abbastanza ma erano due secondi.. che però bastavano a farmi perdere l'erezione. spero in un vostro parere.

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Possiamo dire che per questo motivo la maggioranza degli specialisti chiede ai pazienti di fornire delle auto-fotografie "private", proprio per non influenzare in alcun modo le modalità e la qualità dell'erezioni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#10] dopo  
Utente 355XXX

SALVE DOTTORI, la mia storia continua.. per far notare ad uno specialista la restrinzione che mi si è formata dopo questi interventi ho fatto un ecocolordoppler dinamico ed ecco l'esito:
esame condotto sia in condizioni basali e dopo farmaco infusione di 10 mcg di PGE1 (tumescenza valida restringimento cutaneo dorsale sottoglandulare).
Entrambi i corpi carvernosi appaiono normali per ecostruttura.
Normale l'aspetto dell'albuginea.
Normale il corpo spongioso.
Normale il decorso e l'aspetto di entrambe le arterie cavernose.
All'esplorazione doppler si evidenziano dei normali picchi di velocità sistolica con persistenza di un minimo flusso distolico espressione di una iniziale fuga venosa.
Lo studio è stato condotto con misurazioni comparative tra i due lati a 5, 10 e 20 minuti dalla farmaco infusione.
Voi cosa ne pensate? grazie

[#11] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Questo eco-doppler dinamico definsce condizioni sostanzialmente normali.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 355XXX

e per la fuga venosa?

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Dettaglio marginale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 355XXX

Chiedo scusa, potrebbe essere più chiaro ?

[#15] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non si tratta di una manifestazione di sostanziale importanza, considerata la situazione, comunque deve essere valutata direttamente con il suo urologo/andrologo di riferimento. A distanza non è possibile dire molto di più.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#16] dopo  
Utente 355XXX

Per quanto riguarda invece il restringimento cutaneo dorsale sotto glandulare il medico sta valutando un taglio verticale per migliorare la situazione.. Cosa ne pensate ? È una tecnica che conoscete? Grazie

[#17] dopo  
Utente 355XXX

Chiedo scusa nessuno conosce questa tecnica del taglio verticale ?

[#18] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ovviamente a distanza e nell'impossibilità di una valutazione diretta non è possibile esprimere alcun giudizio. Il semplice"taglio" longitudinale (prepuziotomia dorsale) è la procedura più semplice e rapida per aprire un prepuzio ristretto. Viene preferita la circoncisione classica perlopiù per motvi estetici.Tutto va comunque rapportato alla realtà della situazione attuale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#19] dopo  
Utente 355XXX

Grazie per le sue risposte dott. Piana, il fatto è che io sono già circonciso come spiegato all'inizio della pagina e tagliare definitivamente ulteriore pelle la accorcerebbe a tal punto da non poter andare completamente in erezione o almeno credo che il medico abbia valutato questo. la cosa che mi chiedo è, una volta effettuato questa prepuziotomia dorsale come si cicatrizza? se la pelle è stretta, fai il taglio verticale e poi come si chiude più larga? grazie ancora

[#20] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La sezione è longitudinale, ma la sutura è trasversale, in questo modo non si restringe. Comunque si tratta di dettagli tecnici che a lei non possono interessare.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#21] dopo  
Utente 355XXX

Va bene grazie per la risposta. Nel frattempo rispetto agli ultimi anni quando con un Po di emla sulla pelle in eccesso ho avuto dei grandi rapporti sessuali anche di un'ora a volte , ora sono nel pieno panico.. Con l'intervento avrei dovuto risolvere il problema ma Appena col glande sfioro la.vagina nel tentativo di penetrare sento che arriva l'eiaculazione.. Proprio non ce verso di bloccarla.. Col sesso orale è migliorata perché i primi tempi anche così duravo pochissimo.. Ora con quelli è migliorata ma sesso proprio Zero.. Sono mesi che cerco di risolvere e il priligy ha effetto solo se con mano o sesso orale.. Con la vagina proprio non ce verso. Può essere che il restringimento cutaneo strozzi il glande tanto da renderlo sensibile? Oppure il restringimento cutaneo stesso essendo stretto da sensibilità? Spesso quella pelle anche a riposo la.sento iper sensibile e da fastidio in particolare la parte bassa altezza frenulo.. Grazie anticipatamente

[#22] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
<il versante ventrale del glande, ovvero la zona del frenulo, è abitualmente la parte più sensibile di tutto l'apparato genitale esterno.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#23] dopo  
Utente 355XXX

Mi scusi dottor piana ma ha risposto solo con la sua firma .. Grazie

[#24] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Impossibile fornire ulteriori risposte nell'impossibilità di una valutazione diretta.

<<<CONSULTO CHIUSO>>>
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#25] dopo  
Utente 355XXX

Buon giorno dottori sono ancora io.. Il tempo passa e continuo a fare visite mediche per risolvere il problema. Attualmente il primario che mi sta seguendo mi ha prescritto degli esami per controllare che sia tutto ok cone testosterone ecc.. In più avendo i testicoli borderline uno spermiogramma per la fertilità. Ci manca solo che mi scopro sterile.. In seguito vedremo se fare quei tagli laterali per allargare la circoncisione che davvero mi strozza.. Attualmente continuo a prendere un cialis da 5 mg al giorno e lo affianco al.priligy da 30 perché già così la sonnolenza è assai anche se servirebbe da 60 mg visto che concludo poco. In sintesi ieri sera con la mia ragazza è andata bene nei preliminari, sesso orale alla grande, nessuna precocità finché messo il preservativo che mi va anche molto stretto, una volta giunto alla vagina che esternamente è ben lubrificata ma dentro molto stretta tant'è che per lei è sempre stata dolorosa, eiaculo durante la penetrazione.. Come posso risolvere? Avete dei consigli,?

[#26] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' probabile che vi sia comunque una componente di tipo emotivo. Per il resto, ancora una volta, le ricordiamo che in queste situazioni la valutazione diretta è imprescindibile ed a distanza non è possibile giudicare con precisione. Al di là di questo, senz'altro consiglieremmo di utilizzare dei profilattici diversi e più confacenti alle sue "misure". Per quanto riguarda i farmaci, si tratta di prescrizioni di tipo andrologico, se lo desidera può far riferimento alla sezione "andrologia" di questo stesso sito.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#27] dopo  
Utente 355XXX

Si ormai probabilmente ce anche una componente emotiva.. Cosa che prima di questi interventi andati male non c'era in quanto con un Po di emla sul prepuzio esuberante avevo delle durate da pornostar.. Sicuramente sentire e vedere quella attrezzatura sotto al glande mi ha data tanta insicurezza tanto che devo evitare di pensarla altrimenti l'erezione già ne risente.. Quindi io direi che al momento ce un mix di problemi .. Vedremo dopo le analisi se optare o meno per un nuovo intervento. Grazie per il momento..

[#28] dopo  
Utente 355XXX

Chiedo scusa, per lo spermiogramma quanto giorni di astinenza servono minimo ? Grazie

[#29] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Quattro.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#30] dopo  
Utente 355XXX

buona sera, ecco l'esito dello spermiogramma che mi hanno consigliato di fare.

CITOLOGIA
SPERMIOGRAMMA
Metodo: secondo WHO
Giorni di astinenza 3
Coagulazione NON AVVENUTA
Volume *1,0 mL
PH *8,3
Aspetto SUBLIMPIDO
Fluidificazione COMPLETA
Viscosità DIMINUITA
Agglutinazioni ASSENTI
Concetrazione Spermatozoi/mL < 10.000/ml 10^6
Conta totale spermatozoi NON VALUTABILE 10^6
Cellule Rotonde <1 10^6/mL
Leucociti 0,2 10^6/mL
MOTILITA' DOPO 120 MINUTI
Totale spermatozoi mobili progressivi NON VALUTABILE 10^6
-Progressiva NON VALUTABILE %
-In situ NON VALUTABILE %
-Immobili NON VALUTABILE %
MORFOLOGIA (secondo WHO 2010)
Normali 10,0 %
-Anomalie testa 76,0 %
-Anomalie tratto intermedio 1,0 %
-Anomalie coda 13,0 %
Conclusioni IPOPOSIA
OLIGOZOOSPERMIA

[#31] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Questo esame non è valutabile per quantità troppo scarsa di liquido seminale. Deve essere ripetuto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#32] dopo  
Utente 355XXX

Ripeterlo è davvero una rogna visto che devi avere 4 gg di astinenza.. Vabbè.. Ma li leggo comunque una conclusione.. Conclusioni IPOPOSIA OLIGOZOOSPERMIA.. Cosa vuol dire ?

[#33] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Questo esame è stato verosimilmente refertatoi in automatico, covviamente non è attendibile perché in tutte le voci significative risulta "NON VALUTABILE" come lei stesso può leggere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#34] dopo  
Utente 355XXX

Buon giorno dottori, ho ritirato ulteriori esami richiesti:
prolattina 4.6 in un range 2.1-17.7 poi
LH 6.4 in un range 1.5 - 9.3 poi
FSH 7.9 in un range 1.4 - 18.1 poi
TESTOSTERONE 4.09 in un range 1.65 - 7.55.
In attesa della visita medica vorrei un vostro parere grazie mille.

[#35] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Nulla da dire, tutti i valori rientrano nei limiti della norma.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#36] dopo  
Utente 355XXX

Fatta la visita... Non si trova mai la stessa opinione.. Una circoncisione stretta che mi è stata fatta con un restringimento cutaneo creato stando al medico di oggi non deve essere toccata. Ormai il danno è fatto.. Se metti mani crei ancora tessuto cicatriziale.. Il.medico di un mese fa aveva proposto il taglio verticale per allargare il.restringimento. A chi dare ascolto?

[#37] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Nell'impossibilità di una valutazione diretta, noi siamo gli ultimi a poter esprimere un giudizio. Si affidimalle cure del nostro Collega con il quale riesce ad intrattenere il miglior rapporto di comunicaziine e fiducia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#38] dopo  
Utente 355XXX

Avete ragione che senza vedere direttamente il mio caso difficilmente potete dare una risposta. La diagnosi di ieri è stata: ormai il danno è fatto, la pelle è stata tolta quindi anche se è stretto non ci puoi fare niente. Non vi è mai capitato un caso simile ? Una circoncisione totale fatta male con una cucitura stretta e un restringimento subito più in basso non può essere risolta ?? Possibile che io sia condannato a vita a vedere questa strozzatura che a volte mi fa anche un Po male? Scusate ma davvero non posso credere che questo chirurgo mi abbia rovinato per sempre ..

[#39] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In linea di massima non saremmo così drastici. E' veramente raro dover rimettere mano su una circoncisione, ma non impossibile e a tutti gli urologi con un po' di esperienza certamente è successo. Vistoi che lei pare essere molto coinvolto e sensibilizzato alla situazione, le consiglieremmo di farsi vedere anche da un chirurgo plastico. Per queste situazioni in cui l'estetica ha più importanza della funzione, il chirurgo plastico dispone di tecniche ed utilizza materiali certamente più adatti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#40] dopo  
Utente 355XXX

Ma si che sono coinvolto.. Voglio dire nel momento in cui ci si rende conto di avere il pene strozzato chi non lo sarebbe ? Poi anche l ecodoppler ha confermato questa cosa. Quello che vi chiedo è, un chirurgo plastico cosa farebbe ? Aggiungerebbe della pelle ?

[#41] dopo  
Utente 355XXX

In più aggiungo che prima della circoncisione io usavo il cialis da 5 mg solo perché avendo la precocità era più facile avere una seconda erezione dopo l'eiaculazione ma altrimenti l'erezione c'era.. Dopo il primo intervento le erezioni erano ancora meglio come se togliere quella pelle in più avesse dato benefici.. Erezioni veramente durissime e soprattutto anche se mi masturbavo ero sempre al top. Una volta tolte le complicazioni e quindi creato il restringimento non è più così. Senza cialis anche masturbarsi è più difficile e non ho erezioni spontanee.. Se al mattino è capitato di averla era a metà proprio perché bloccata.. Ieri mi Han detto cialis da 5 mg e passa tutto. O ti mangi questa minestra o ti butti dalla finestra.. Io mi sono operato per migliorare e qui mi diagnosticano una condanna...

[#42] dopo  
Utente 355XXX

Chiedo scusa ho Un altra domanda.. Da ieri ho iniziato a prendere seurupin da 20 mg tutte le mattine per sfruttare l'effetto collaterale del ritardo eiaculatorio.. Me lo ha prescritto il.medico ovviamente. Ho dimenticato di chiedere se nel controllo delle analisi del sangue viene rilevato in qualche maniera... E soprattutto, interromperlo cosa comporta?

[#43] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
<<<CONSULTO CHIUSO PER ECCESSO DI RICHIESTE>>>
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#44] dopo  
Utente 355XXX

Buona sera, preso due gg seurupin paroxetina da 20 mg e ieri ho testato la mia precocità.. Ho tranquillamente avuto un rapporto soddisfacente e senza eiaculazione precoce. Non ho proprio avuto l'orgasmo a dire il vero.. Sapete dirmi se è utilizzabile al bisogno o per forza giornalmente? In più sbadiglio di continuo e la vista affaticata.. Grazie..

[#45] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Effetto collaterale dell'antidepressivo. Valutazioni sull'uso di questo farmaco esulano dalle competenze dell'urologo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#46] dopo  
Utente 355XXX

Buongiorno dottori, dopo i primi due giorni di seurupin ( paroxetina) da 20 mg ho interrotto e ripreso da 5 giorni con seurupin paroxetina da 10 mg ogni giorno al mattino sperando di avere sempre il ritardo eiaculatorio come avuto la scorsa settsettimana. Ho letto che la paroxetina può far calare il desiderio sessuale ossia la libido.. Vi risulta? Grazie mille

[#47] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Può essere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#48] dopo  
Utente 355XXX

Dopo quanti giorni può esserci un calo del desiderio? Già dopo i primi giorni ? O dopo un lungo trattamento? Grazie

[#49] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'effetto collaterale si può anche manifestare rapidamente, ma come per tutti gli psicofarmaci non esistono riferimenti precisi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#50] dopo  
Utente 355XXX

Buona sera dottori, ho provato ad abbassare il sereupin a 10 mg a giorni alterni per la precocità sessuale continuando ad assumere il cialis da 5 mg.. Niente da fare così sono tornato alla dose di 20 mg di sereupin al mattino..noto fortemente la.diffdifferenza nell'aver l'erezione che di solito è immediata nel letto con la mia donna.. Al mattino appena sveglio ce.. È il sereupin a farmi calare la voglia oltre ai tanti sbadigli ? Grazie..

[#51] dopo  
Utente 355XXX

Dottori non capisco perché non risponde più nessuno.. Comunque aggiorno la mia situazione.. Appena iniziato con 20 mg di paroxetina al giorno dopo solo due dosi ho avuto un ritardo eiaculatorio ma vedendo i forti sbadigli son passato alla mezza dose giornaliera.. Nella masturbazione ho iniziato a perdere l'erezione giusto un Po e il medico mi ha detro di prendere mezza dose a giorni alterni ma con scarso risultato sulla precocità. Sono passato nuovamente alla dose piena per una settimana.. Il risultato è che ho perso l'erezione durante preliminari e per riprenderla non vi dico.. Sono quindi passato alla mezza dose nuovamente ma ora sento magari l'erezione mattutina ma non riesco a masturbarmi nemmeno. Erezione assente e se riesco ad averla la perdo di nuovo alla minima distrazione.. Sapete quanto dura questo triste effetto collaterale? Non sento proprio niente... Grazie

[#52] dopo  
Utente 355XXX

Salve dottori, con la speranza che rispondiate, vi aggiorno. L'utilizzo della paroxetina influisce notevolmente sulla precocità.. Mi da proprio la capacità di trattenermi se sento che l'eiaculazIone sta per arrivare per poi riprendere tranquillamente. Il problema è che mi son trovato bene con una dose da 20mg ma che mi ammazza dal sonno in più col tempo ho sentito calare la libido. Avendo smesso mi è tornata e mi sento meglio ma devo risolvere la precocità. Aggiungo una domanda: io ho fatto questo maledetto intervento che mi ha causato una strozzatura sotto al glande. Siccome mi hanno proposto un taglio verticale cucito poi in maniera trasversale.. Voi cosa ne pensate? Funziona veramente questa tecnica ? Grazie anticipatamente

[#53] dopo  
Utente 355XXX

Buongiorno dottori, a distanza di tempo vi contatto ancora per avere un vostro parere.. Tra una visita e l'altra, dopo questo maledetto intervento mi è stata diagnosticata da un noto specialista una fibrosi al pene e mi ha prescritto un esame che fanno a Varese con lunga attesa. Questa è la dicitura: ECOGR. ed ECO COLOR DOPPLER BASALE DEL PENE associata ad elastosonografia 2D- SWE (shear wave) per valutazione come KPA della eventuale rigidità tissutali cavernose e settali.. Sapete indicarmi un centro dove lo fanno xké in nessun ospedale riesco in quanto troppo specifico. E poi come si cura ??

[#54] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si tratta di sostanzialmente una ecografia del pene eseguita con un apparecchio piuttosto raffinato, ma soprattutto da un operatore esperto in questo particolare tipo di indagini. Possiamo pensare non si trovi in tutte le radiologie, nè sia così frequente nelle strutture pubbliche. Non sapremmo peraltro darle delle indicazioni precise relative alla sua zona.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#55] dopo  
Utente 355XXX

Buon giorno dottor Piana la ringrazio per la sua risposta. Io scrivo da Milano ma cmq se si ha il sospetto o la certezza di una fibrosi, come si cura ?? Chi mi ha prescritto l'esame, mi ha detto che bisogna saperne prima la.grandezza .. Ma.come si cura ?

[#56] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non vi è una risposta valiuda da dare a priori. Una volta eseguito l'esame, se desidera, potrà sottoporre gli esiti alla sezione andrologia di questo stesso sito.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#57] dopo  
Utente 355XXX

La ringrazio dottor Piana.. A parte questa particolare apparecchiatura, lei cosa mi consiglia per verificare al meglio la mia situazione ovvero la.fibrosi??

[#58] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non abbiamo particolari indicazioni diverse da proporle.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#59] dopo  
Utente 355XXX

Dottor Piana lei dove mi indirizzerebbe per questo esame ?? Varese è lunga come attesa e non voglio aspettare.. In più, ho conosciuto il dottor pellegriti Antonino.. Che mi ha garantito che nella sua struttura con attrezzature con radio bisturi eliminarebbe restringimento cutaneo stenosi, cheloidi e varie complicazioni create nello scorso intervento. Sapete darmi un parere ? Capirete che dopo due interventi ho molta molta paura. Ecco il sito
http://www.cmeit.net

[#60] dopo  
Utente 355XXX

Riuscite a darmi una risposta per favore? Grazie davvero ..

[#61] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Noi non possiamo fornire giudizi o consigli inerenti singoli professionisti o centri di cura con riferimento ad un caso specifico. Comunque, prima di sottoporsi a qualsiasi intervento, le consigliamo di sentire almeno un altro paio di opinioni dirette.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#62] dopo  
Utente 355XXX

Ha perfettamente ragione, sicuramente è meglio ascoltare più campane .. Ma ce un altro modo per curare un anello fimotico nato o creato con una circoncisione totale?? Se la pelle in lunghezza ormai non ce quali sono le alternative?? Mi hanno indirizzato da un dermatologo ma cosa può fare se io ho un cappio sotto al glande ?? Nella vostra esperienza come si procede ? Grazie

[#63] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Questo tipo di problemi, palrliamo degli esiti insoddisfacenti della circoncisione, sono trattati con maggiore competenza dal chirurgo plastico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#64] dopo  
Utente 355XXX

Grazie dottor Piana, un'altra domanda. Questo vostro collega che saprebbe a suo dire risolvere il problema, mi ha visitato con una strana tecnica ossia mi ha messo una manopola metallica in mano collegata ad uno strumento, lui aveva in mano un altro attrezzo con punta metallica con il quale mo ttoccava i testicoli per vedere la potenza diceva lui.. Mai vista una cosa simile.. Sapete spiegarmi se è una tecnica nota ? Parliamo di un andrologo.. Grazie

[#65] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non si tratta senz'altro di una tecnica convenzionale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#66] dopo  
Utente 355XXX

Dottor Piana, La cosa strana comunque è che ormai ne risento anche come erezione. Prima col cialis da 5 facevo miracoli e la seconda erezione durava tantissimo. Ora mi semBra quasi di non prenderlo.. Ho fatto un paio di ecocolor Doppler e dicono vada bene.. O sono passato dalla precocità ad una psicologica disfunzione erettile, o l'anello fimotico sotto al glande mi sta creando più problemi insieme. Non so più cosa fare o pensare..

[#67] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Caro collega

dalla sua descrizione capisco che lei è stato visitato da un medico , molto pubblicizzato da google,che fa tutto, cura tutto, in tante città italiane ed ha uno strumento "magico" che gli consente di capire tante cose anche strane. Io lo lascerei perdere mentre sentirei un professionista magari di provenienza chirurgica che possa giudicare la sua complessa situazione. se vuole mi può inviare le foto
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#68] dopo  
Utente 355XXX

Grazie dottor Pozza, se mi da la sua email e cellulare le invio tutto e ci sentiamo anche.. Da Milano stavo giusto pensando di arrivare a Roma.. Grazie anticipatamente

[#69] dopo  
Utente 355XXX

Nuova domanda scusate.. Un dettaglio che ho sempre notato ma ignorato, è che tra la pelle del prepuzio rimasto ed il glande, quindi nella circonferenza ci sono come dei gancetti di pelle.. Non è liscia.. È come se fossero dei punti ma fatti di pelle.. Cosa possono essere ?? Grazie

[#70] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Cicatrizzazione sovrabbondante.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#71] dopo  
Utente 355XXX

Dottor Piana Una cicatrizzazione sovrabbondante può creare disturbi ?? Sensibilità eccessiva ? Grazie

[#72] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
No. Giustifica le irregolarità della cicatrice.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#73] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Caro lettore
dopo una circoncisione ben fatta o che richieda una reviusione rimangono per alcune settimane delle irregolarità della cicatrice (nodulini, bozzetti, irregolarità varie......) che in genere si sistemano nel giro di 2-4 mesi dopo l'"uso" del pene stesso.
Non si metta a vivere tutti i disagi che possono essere conseguenza di un intervento "delicato" e di complicanze possibili ma sicuramente "antipatiche"
senta uno specialista esperto
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#74] dopo  
Utente 355XXX

Gentilissimi dottori, grazie per la vostra presenza. Il mio problema è che dopo il secondo intervento non ho più avuto erezioni naturali ma solo con cialis. La cicatrice stretta faceva molto male ma con tanta pazienza e masturbazione è migliorata.. Il problema è che prima mi è tornata la precocità.. Poi mi è stata diagnosticata una fibrosi ed aderenze sinechie.. Ora faccio fatica anche ad avere l'erezione col solito cialis.. Io da specialisti ci sono stato e da diversi.. Ma a parte l'ultimo che mi ha prescritto il sildenafil che devo prendere almeno da 50 mg non ho avuto niente.. Questa fibrosi mi causa la disfunzione erettile? La mia convivenza è andata a rotoli..

[#75] dopo  
Utente 355XXX

Scusate dottor Piana e dottor Pozza, la fibrosi può causare la disfunzione erettile,???

[#76] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La fibrosi profonda dei corpi cavernosi può causare deficit erettile. ma si tratta di una situzaione completamente diversa dalla sclerosi di una cicatrice da circoncisione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#77] dopo  
Utente 355XXX

Dottori buona sera, in attesa del 9 maggio in cui farò questo ecocolor doppler con elastosonografia prescritto dal dottor roggia, vi aggiorno sul mio stato. Continuo a mettere la pomata fibrase per ammorbidire il prepuzio stretto ed uso priligy da 60 mg per la precocità.. Per quanto riguarda l'erezione sempre e comunque cialis da 5mg giornaliero in quanto senza non riesco a stare.. Poi questo esame accerterà la fibrosi che mi è stata trovata alla base del pene che prima della circoncisione non avevo... Ma può un secondo intervento traumatizzare il pene a tal punto da creare un fibrosi? Io feci il primo intervento il 10 novembre e la correzione il 25 gennaio.. Forse troppo vicini? Sono passato dopo il primo intervento ad avere fortissime erezioni a dopo il secondo che fatico ad avere l'erezione senza farmaci.. Il mio urologo dice che questa fibrosi rende più difficile mantenere l'erezione.. Ma come mi è venuta?? Soprattutto è curabile??

[#78] dopo  
Utente 355XXX

Dottor piana e dottor pozza, riuscite a darmi una risposta per favore?? Grazie