Utente 466XXX
Buongiorno,
due settimane fa sono stato sottoposto a intervento di circoncisione totale al pene.
Mi è stata consigliata la medicazione con betadine e altergen crema per 7-10 gg.
Qualche giorno fa ho avuto la visita di controllo che è andata bene e il medico mi ha detto di continuare ad usare betadine e altergen e di fasciare il pene lasciando scoperto a metà il glande.
Così ho fatto. Purtroppo sento dei dolori molto forti dovuti dal fatto che il pene tocca continuamente la mutanda e rimane attaccato alla stessa, provocando sanguinamenti molto dolorosi. Non solo. I giorni subito dopo la circoncisione, utilizzavo delle garze bagnate di connettivina per non avere problemi a togliere la medicazione.
In questi 3 giorni successivi alla visita di controllo, non ho più usato le garze di connettivina e quando devo staccare le garze imbevute di pomata (o comunque sia con il pene pieno di pomata), le garze normali rimango attaccate al pene, in particolare al glande. Faccio veramente fatica a togliere la medicazione e mi provoca dolore e tanto sangue che continua ad uscire.
Vi chiedo quindi:
- devo continuare ad utilizzare la crema altergen anche se sulla lettera di dimissione c'è scritto che la devo usare solo per i primi 7-10 gg.?
- come posso fare per evitare sanguinamenti sul glande e anche ferite? (sul glande appunto, oltre al sanguinamento, ci sono ferite)
- devo cambiare medicazione? per non fare attaccare le garze al pene posso continuare ad utilizzare le garze imbevute di connettivina?
- per togliere la ipersensibilità del glande come posso fare? Ho sentito che posso usare Luan 2,5% gel. Questa pomata gel la posso mettere direttamente sul glande anche se ci sono le ferite e il sanguinamento?

In attesa di un Vostro cortese riscontro professionale, porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Certamete è il caso di continuare ad utilizzare le garze "grasse" (es. Fitostimoline, Connettivina ed altre) fino a sufficiente cicatrizzazione della ferita.. La sensibilità del glande è un ben noto cruccio, andrà gradualmente a diminuire, ma abbastanza lentamente. Non riteniamo che l'applicazione del Luan possa dare dei reali vantaggi. Più che il contatto è lo sfregamento ad essere fastidioso. In genere noi consigliamo di ricoprire il tutto con una cappuccio di garza e mantetere il pene più fermo possibile, verticale ribaltato sull'addome, indossando mutande elastiche aderenti e magari aitandosi con una striscia di cerotto trasversale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 466XXX

Buongiorno dottore,
oggi dopo aver fatto la medicazione e aver messo il betadine sulla ferita, il mio pene si presenta con queste macchie sul glande.
Foto 1: https://s1.postimg.org/1e235rgbkv/IMG_2971.jpg

Foto 2: https://s1.postimg.org/9o61857b27/IMG_2972.jpg

Come può vedere dalla foto n.1 il pene presenta delle macchie evidenti sul glande. Stamattina era tutto pieno di sangue per via delle ferite che la garza aveva lasciato.
Le due foto le ho scattate subito dopo aver medicato con il betadine, quindi il colore marrone è il betadine.
Secondo Lei come vede il mio quadro clinico?
Devo preoccuparmi o è in fase di guarigione?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per ovvi motivi di sicurezza non possiamo scaricare o visualizzare allegati, il che comunque trascende lo spirito di questo servizio gratuito che è unicamente informativo e non si prefigge finalità che sono proprie solo del rapporto diretto tra medico e paziente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing