Utente 471XXX
Salve, dottori

il giorno 22/11/2017 sono stato sottoposto ad un intervento di VARICOCELECTOMIA SX SUB-INGUINALE con diagnosi varicocele sx di 3 grado. Mi vengono dei dubbi in merito al mio post intervento. Dopo che sono passati 9 giorni dall'intervento oggi mi è capitato di masturbarmi.
Il liquido seminale che è fuoriuscito era acquoso, cosa che prima di operarmi non era cosi. Poi dopo alla masturbazione avverto un senso di bruciore più attenuato alla ferita e alla minzione del glande. Cioè mi spiego meglio, la ferita prima mi bruciava di meno, ora dopo la masturbazione mi brucia di più, avverto come un senso di calore. Visto che sono una persona molto ansiosa, vi volevo chiedere se ciò che ho fatto può compromettere la buona riuscita dell'intervento? E poi come mai è fuoriuscito acquoso? Ho fatto qualche danno?

[#1]  
Caro signore,
lo sperma acquoso non vuo dire nulla. A parte una bella fifa non è successo nulla.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Grazie, Dottor Cavallini per la risposta. Le volevo chiedere in aggiunta, c'è un tempo di astinenza dopo l'operazione? Io leggevo in rete, massimo 15 giorni perché ? Io ne ho fatto solo 9 giorni.. Non sono pochi? Mi preoccupa questa cosa..

[#3]  
[#4] dopo  
Utente 471XXX

Dottor. Cavallini le aggiorno che ieri ho tolto la medicazione definitivamente come mi ha raccomandato il chirurgo. Togliendo la medicazione, la ferita lo pulita con soluzione fisiologica come mi ha detto il mio medico di base. Ho notato però che nel tratto inciso, la ferita oltre ad avere una crosticina intorno il lato operato è tutto rosso e toccandolo è gonfio e duro. Mi domando come mai? È come se ci fosse un rialzo nella parte incisa.