Utente 505XXX
Salve,ho dei sottili strati bianchi aderenti al glande che seccandosi si staccano,anche tra il glande ed il prepuzio e vicino il frenulo.Inoltre dopo un po’ mi è venuta una macchia bianca tutta intorno al meato urinario,come un’infiammazione ma il colore è bianco,credo sia candida,ho chiamato il dottore e mi ha consigliato il trevocort,una applicazione per massimo 2 settimane.Mi lavo il pene dopo la masturbazione e/o se passa troppo tempo,utilizzo un costoso sapone intimo per uomo(il saugella per chi lo conosce) che è anche antibatterico,prima di mettermi questa pomata mi faccio il bidet ed asciugo bene per evitare la proliferazione batterica.Applico 2-3 passate massimo finche non viene piu assorbita dal glande spalmando.I primi 3 giorni sembrava che stesse regredendo e tornando alla normalità,oggi invece mi sveglio e ci sta di nuovo la patina biancastra e sembra tornata come all’inizio la candida.É normale? All’inizio sentivo bruciore all’applicazione,dopo le prime 2 volte niente invece,come se non stesse agendo.Sbaglio qualcosa? Ne metto troppa o troppa poca?(la spalmo 2-3 volte massimo con una goccia poco più ogni volta).Non so che fare,mi crea imbarazzo,non mi da alcun fastidio,ne secchezza,ne prurito ne altro,è solo esteticamente preoccupante ed ovviamente non posso avere rapporti così.Potreste darmi un consiglio? Per il momento non posso recarmi da un medico

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Che si tratti di candida è solo una delle possibili cause, solo la valutazione diretta, meglio se di un dermatologo, potrebbe accertarlo. Ricordi che la candida nel maschio è da considerarsi una malattia sessualmente trasmessa, avendo avuto rapporti con un partner infetto. Se questo non è avvenuto, la diagnosi è molto probabilmente un'altra e potrebbe giustificare l'efetto discutibile di una terapia antimicotica. A distanza è difficile dire molto di più, in attesa di potersi far visitare (anche da un medico qualsiasi) le potremmo consigliare di non insistere più di tanto con creme o detergenti medicati, eseguendo un'igiene locale non maniacale con semplice acqua e detergente neutro. Molte irritazioni del glande sono dovute a semplice sensibilizzazione allergica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing