Utente 291XXX
Salve, dottori ho 24 anni e soffro di prostatite, anche se molto sporadicamente, ho sofferto anche di infiammazione delle vescicole seminali,
Oggi nel momento dell'eiaculazione ho sentito una fitta alla vescica e mi è sembrato che la quantità di sperma che uscisse fosse meno del solito (anche se non ne sono sicuro), curioso di questa fitta alla vescica ho fatto l'urina successiva all'eiaculazione in un contenitore per le urine sterile ed effettivamente la composizione del primo getto di urine era effettivamente molto densa ed anche al tatto aveva la caratteristiche dello sperma nel fare "filamenti" appiccicosi (non so se mi sono spiegato). Era chiarissimo che vi fosse dello sperma all'interno. Ho ricordato poi che da sempre quando facevo pipì dopo un'eiaculazione notavo molta schiuma nelle urine. Possibile che soffra di eiaculazione retrograda?
E' possibile che l'eiaculazione retrograda sia presente anche con effettiva fuoriuscita di sperma oppure condizione necessaria per diagnosticare eiaculazione retrograda è che l'orgasmo sia secco?
E' possibile che la presenza di sperma/seme nelle urine dopo eiaculazione sia normale e dovuta allo sperma che rimane nell'uretra?

Non prendo alcun tipo di farmaco, non ho subito alcun intervento chirurgico.
Sono molto preoccupato, perchè a quanto ho letto l'eiaculazione retrograda porta praticamente alla sterilità.

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile lettore , credo che lei si faccia troppe domande . Stia sereno , da quello che riferisce non ha eiaculazione retrograda e quello che riferisce è del tutto fisiologico. Dopo l'0rgasmo , dello sperma può rimanere nell'uretra e viene allontanato con la prima parte della minzione .

Cordiali saluti
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi