Utente 436XXX
Salve, nonostante sappia bene che un consulto specialistico di persona sia la cosa migliore vorrei solo avere qualche chiarimento da qualche esperto.
Sono un ragazzo di 23 anni, da quando sono piccolo ho sempre avuto difficolta ad urinare, cosa che ho sempre collegato ad una paura psicologica. Da piccolo soffrivo di fimosi, e mia madre cerco di risolvere la cosa manualmente, provocando molto dolore (avevo 7 anni circa, quindi ha creato un sorta di trauma). A 18 anni mi operai e risolvetti il problemi. Ma i disagi di natura psicologica restarono, anzi peggiorono col tempo: aumentavano sempre di piu' periodi di tempo in cui sentivo una specie di tensione inguinale/addominale, come se avessi qualcosa di duro o teso sopra l apparato genitale, nella zona interna. Questa cosa mi causava a tuttora causa un ansia avvolte insopportabile, soprattutto un blocco psicolpgico su tutto quello che riguarda il mio fisico e la mia sessualita'. Noto che anche il pene è come se si restringesse avvolte, non per effetto di temperature basse, ma proprio per un blocco indefinibile della zona inguinale.
Vorrei anche sottolineare che ho una struttura ossea direi peculiare, con bacino largo, mani lunghe e sottili. Questo mi causa molti complessi, e potrebbe essere un mio giudicarmi costantementi che causa il problema, oppure ho avuto qualche scompemso ormonale in fase di sviluppo che ha portato ad un mancato sviluppo completo della zona genitale.
Da piccolo feci un salto ed atterrando senti u dolore alla pancia, seguito da giorni di nausea, diarrea e vomito. Potrebbe essere un ernia o uno strappo della muscolatura addominale?
Capisco che le mie idee siano confuse, ma proprio per questo vorrei un po di chiarimenti, soprattutto perche di persona ho difficolta' ad argomentare la cosa.
A breve faro le analisi delle urine, del sangue e delle feci ed una visita urologica.
Grazie

[#1] dopo  
Difficile dire cosa succeda, i sintomi sono tanti, disparati e generici. Personalmente le consiglio di parlare col suo medico di base, in maniera da farsi una idea e fare le visite e gli accertamente che realmente servono, tenedo presente che una psicoterapia fa bene a tutti. Lei compreso.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 436XXX

La ringrazio, ritengo che la cosa sia psicologica come dice lei, quindi lei da urologo mi conferma che un disagio psichico puo' portare a difficolta' erettili, minzione problematica ecc?

Nel eventualita' sia una cosa peggiore, ovvero un problema ormonale o una malformazione nello sviluppo, esistono test appositi?

Potrebbe essere un calo di testosterone causato da un stile di vita poco sano?

Voglio precisare anche che speso provo delle fitte nella zona tra la coscia ed il testicoll destro, e delle fitte che partono dall interno dell inguine e finisce nei testicoli.
Grazie

[#3] dopo  
ecco bravo non mi ha proprio capito: non è possibile da qua prendere in mano la situazione così confusa, bisogna che il suo medico di base faccia gli opportuni accertamenti poi si distinguano i problemi psicologici da quelli organici
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 436XXX

Ho capito benissimo, volevo solo approfittare della sua disponibilita' per avere chiarimenti.
La ringranzio