Utente 409XXX
Salve mi chiamo Ivan e ho 26 anni, da qualche settimane ho notato la presenza di tracce gialle simili a grumi di colore molto simile alle urine, di un giallo chiaro. Inizialmente non ci ho fatto molto caso ma la cosa si è ripetuta per le successive 3 eiaculazioni a distanza di una settimana una dall’altra più o meno. Mentre è da più tempo che presento macchie rosse sul glande e rossore al di sotto di esso che si intensifica dopo rapporti sessuali e che il mio medico afferma possa essere un infezione fungina di candida che ho curato con triasporin compresse e azolmen crema. Inizialmente aveva dato risultati questa cura e il rossore era completamente passato ma dopo il primo rapporto con la mia lei pare essere ritornato (probabilmente infetta anche lei). Ho effettuato esami delle urine qualche tempo fa e risultavano nella norma ma il problema dei grumi non era ancora presente. Da cosa può essere provocata questa problematica? E possono essere collegate le due cose? Aggiungo (a scopo puramente informativo se può essere utile) che negli ultimi anni soffro di colon irritabile a cui non ho trovato ancora giusta cura e recentemente di una micro-ragade anale che sto trattando con lenigut crema e proktis m spray detergente. Nell’attesa di una risposta ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I rapporti tra i problemi intestinali e quelli delle basse vie urinarie sono strettissimi, anche se si manifestano in modo assolutamente variabile caso per caso. La sua situazione merita certamente di essere inquadrata nel suo insime con una visita specialistica urologica diretta, a distanza non abbiamo elemnti di giudizio sufficienti. Tutto sommato, potrebbe far precedere queta valutazione dall'escuzione di qualche esame di primo livello come spermiocoltura, urocoltura, esame delle urine, ecografia dell'addome.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 409XXX

Salve dottore la ringrazio della celere risposta. Come le accennavo prima l’esame delle urine l’ho effettuato a gennaio mentre soffrendo di colon irritabile sono stato sottoposto nelle visite a eco addome e colonscopia un anno e mezzo fa che hanno dato rispettivamente fegato megalito e steatosico con una piccolissima angioma mentre la colon come diagnosi colite aspecifica, successivamente a gastroscopia a dicembre con esito di ernia iatale da scivolamento non complicata e reflusso gastroesofageo. Non notò difficoltà nella minzione e solo in pochi casi un leggero bruciore in punta durante la minzione, mentre risulta tranquilla l’eiaculazione se non fosse per questi piccoli grumi. Ah e ultimamente, probabilmente dovuto dalla ragade, sento fastidio quasi persistente dietro che tratto da una settimana ormai con quella cura ma ancora senza benefici. Lei mi consiglia una visita o possono essere sintomi normali dovuti a qualsiasi altra cosa?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Senz’altro da valutare direttamente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 409XXX

La ringrazio dottore ho effettuato giovedì la spermiocultura, urinocoltura e tampone uretrale consigliato dal mio medico...lunedì avrò i risultati. Ciò che mi sta veramente dando molti fastidì è il bruciore anale dovuto a quella piccola ragade che nonostante la crema e il detergente, che oggi avrei dovuto finire, mi da veramente tante noie soprattutto di mattina.
Cosa potrei fare? Il problema è che oggi essendo sabato non ho possibilità di contattare nessuno e per prenotare una nuova visita passerebbero una decina di giorni almeno. Cosa potrei mettere?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La manifestazone di cui ci riferisce non è di competenza urologica, ma proctologica. Diciamo che in caso di fastidio intenso, piùche una crema ad intento anti-infiammatorio possono essere più efficaci le preparazione con funzione di anestesia locale da contatto, abitualmente utilizzati anche per le emorroidi (Proctolyn, Proctosedyl, Procto-laqualunque ...). Necessario comunque un parere specialsitico proctologico appena possibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing