Utente 271XXX
A causa di un epididimite mi è stata prescritta Levofloxacina 500 per 10 gg . Il problema si è risolto ma durante l assunzione del farmaco ho avuto forti dolori all inguine e alle anche. Come da consiglio del Medico mi sono astenuto da attività sportive ma i dolori bilaterali a distanza di un mese non sono cessati, anzi .Fatta rx mi hanno riscontrato Artrosi alle anche e mandato da un fisiatra. Mi chiedo a 45 anni , improvvisamente, senza aver mai sofferto di questa cosa e facendo una vita attiva e sportiva mi ritrovo dolorante come un vecchietto che ha dolore anche solo a camminare o stare seduto . Può essere statol' Antibiotico ? o una coincidenza sfortunata Ma soprattutto come ne esco da sta situazione passerà? PUO' UN ANTIBIOTICO DISTRUGGERTI LA CARTILAGINE DELLE ANCHE O NON CENTRA NULLA ?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Un noto effetto collaterale degli antibiotici chinolonici, come la levofloxacina che lei ha assunto, è l’infiammazione dei tendini, con comparsa di dolore locale. In questi casi, non prevedibili e tutto sommato abbastanza rari, si consiglia in genere di sospendere la terapia, di non eccedere con l’attività fisica e di passare - se ancora necessario - ad un altro antibiotico. Come abbiamo detto, è un effetto che riguarda esclusivamente i tendini, non dovrebbe corrompere la cartilagine. Pertanto, nel suo caso, possiamo pensare prima di tutto che vi sia spazio per un ulteriore graduale miglioramento quando si sarà risolta l'irritazione delle complesse strutture muscolotendinee che insistono sull’articolazione dell’anca. Non possiamo però escludere che si sia occasionalmente dimostata una pre-esistente ed iniziale debolezza cartilaginea dell’articolazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing