Utente 494XXX
Buonasera a tutti.
Sono un ragazzo di 20 anni.
Da circa un anno e mezzo, mi capita di urinare molto più frequentemente del solito. È iniziato tutto - appunto - circa un anno e mezzo fa, quando mi dovetti urinare 5-6 volte nel corso di un’ora (dopo cena).
Il giorno seguente, mi recai subito dal mio medico di base, il quale mi prescrisse esami delle urine ed urinocoltura. Risultati assolutamente negativi con valori perfetti.
Durante questo anno e mezzo, ho avuto alti e bassi, ovvero che potevo avere pochi problemi per intere settimane, e poi notare un rapido peggioramento durante i giorni successivi, e così via.
Preciso che mi succede soprattutto dopo cena (non assumo alcun tipo di liquido a tavola) - e talvolta anche dopo defecazione ed eiaculazione.
Non ho mai avuto alcun problema al mattino ed ogni tanto durante il pomeriggio.
Salvo in rare occasioni, non mi sono mai svegliato di notte con l’urgenza di urinare.
Vorrei anche aggiungere che, nel corso degli ultimi mesi, ho constatato un calo dello sperma, ma non so se i due fattori possano essere collegati.
Non ho mai fumato, bevuto, fatto uso di sostanze o mangiato cibi particolarmente raffinati.
Bevo poca acqua.

Secondo Voi, di cosa potrebbe trattarsi? Cosa mi consigliereste di fare?

Grazie mille in anticipo e buon lavoro!

[#1]  
Dr. Enrico Conti

40% attività
16% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
LA SPEZIA (SP)
SARZANA (SP)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
E' difficile esprimere una opinione sui Suoi sintomi. Osservando la Sua storia clinica si nota che i sintomi riportati sono sempre gli stessi. In un anno e mezzo non è riuscito a farsi visitare da un urologo? E' possibile che la Sua sintomatologia nasconda una causa almeno in parte su base emotiva. Lei stesso fa riferimento a se stesso come persona ipocondriaca in un altro post. Il consiglio che mi sento di darLe è di effettuare una valutazione urologica reale. Cordiali saluti
Dr. Enrico Conti
Specialista in Urologia e Andrologia
Primario Urologo ASL 5 Spezzino

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Buon pomeriggio. La ringrazio per la risposta così veloce.

No, purtroppo devo ammettere di avere sempre rimandato una visita urologica, sia per quanto concerne il fattore economico, sia per quanto riguarda il timore della valutazione prostatica che potrebbe essere effettuata durante la visita. Per vergogna, diciamo.

Effettivamente sì, da qualche anno a questa parte soffro di ipocondria, ma tuttavia non so cosa pensare riguardo queste sintomatologie. L’unica patologia che mi viene in mente è una cistite.

Per causa in parte su base emotiva intende una connessione con la mia ipocondria oppure ansia, stress, ecc... ?

La ringrazio nuovamente se vorrà rispondermi,

Cordiali saluti