Utente 554XXX
Buonasera sono un ragazzo di 18 anni, l'8 Febbraio 2019 ( 6 mesi e mezzo fa) sono stato sottoposto ad asportazione sul lato sinistro del Varicocele di IV grado del cordone spermatico. I dottori mi hanno detto che in circa 3 mesi dovrebbe essersi risolto ogni tipo di problema riguardante tale varicocele, ma invece quando sto in piedi noto sempre le vene che sono ingrossate (sempre la solita caratteristica massa di vermetti),e quando mi siedo più o meno diminuisce,anche se permane. Quando cammino per lungo tempo sento varie volte un lieve dolore al testicolo sinistro e alle vene, ed oltre a questo ogni tanto sento dei dolorini sotto la ferita dell'intervento. Sono stato una settimana fa dal medico di famiglia,che però ha detto di lasciar fare siccome non mi posso operare una seconda volta,e mi ha mandato a casa. Ora non so che cosa fare dato che non ho idea se quest'intervento è stato utile oppure ho sofferto invano. Dopo l'intervento,a circa una settimana,l'urologo che mi ha operato ha controllato la zona operata ed i testicoli,senza comunicarmi nulla, oltre a dirmi che la ferita è perfetta, e mi ha mandato a casa pure lui. Quindi non mi ha detto di fare nessuna visita successiva,nessun ecocolordoppler,nulla di nulla,quindi ora rimango con le mani in mano e non so cosa fare,afflitto dai fastidiosi dolori che ogni tanto mi colpiscono la zona interessata.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se vi è persistenza di fastidio ed alterazione locale, senz'altro è il caso di rivalutare la situazione, sia con la visita specialistica diretta che con l'esecuzione di un eco-doppler del funicolo. Non vediamo possibili alternative.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing