Utente 102XXX
Buonasera Dottore, ho 52 anni e da circa 3 sono alle prese con ipb.
Inizialmente ho assunto vari farmaci, attualmente urorec, ma la situazione è decisamente peggiorata.
Il medico che mi segue, mi ha suggerito un tentativo con embolizzazione prostatica.
Ma purtroppo, dopo una progressiva fase di miglioramento, ora va peggio di prima.
Allora mi ha fatto la cistoscopia ed è emerso che il terzo lobo della mia prostata è rimasto ingrossato ed unito al collo vescicale alto mi impedisce di minzionare bene. Inoltre ci sono segni di sofferenza della vescica. Mi ha consigliato l'intervento di turp.
Mi ha detto che la situazione è chiara e non servono ulteriori esami.
Quindi sono in attesa di effettuare l'intervento.
In questi giorni la situazione è ulteriormente peggiorata. Praticamente non riesco più a svuotare la vescica e la mia giornata è condizionata nel lavoro e vita privata.
Probabilmente non ho tanto residuo ma ho sempre la sensazione di mancato svuotando. Probabilmente, ho il farmaco fa meno effetto o la mia vescica si sta allentando sempre più.
Le domande.
È corretto quello che ho fatto?
Dopo il turp è possibile tornare ad una vita normale, anche sessuale?
Se avessi la vescica molto affaticata, è possibile ritrovare una buona elasticità?
Grazie molto.
Claudio

[#1]  
Dr. Fabio Venzano

24% attività
20% attualità
8% socialità
ARENZANO (GE)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2019
Buonasera, l’intervento di TURP direi che è sicuramente indicato. La vita tornerà normale. L’attività sessuale successiva sarà inficiata dall’eiaculazione retrograda. L’ elasticità vescicale non si può ripristinare ma è anche vero che non essendoci più l’ostruzione prostatica non è più necessaria una grossa forza per svuotare la vescica.
Saluti
Dr. Fabio Venzano
Https://www.venzano.it

[#2] dopo  
Utente 102XXX

Grazie per la rapida risposta.