Utente
Salve dottori, ho 19 anni e ad ottobre ho subito un trauma penineo senza però alcun danno ai copri cavernosi (a quanto sembrava) dopo aver notato una curvatura non accentuata (dato che già avevo una curvatura congenita) che non mi dà problemi al momento, anche se qualche volte la curvatura verso l'alto mi crea molto fastidio durante ad esempio la masturbazione.
Andando da un andrologo/urologo mi è stata individuata una placca fibrosa in sede dorsale del terzo prossimale (mi sembra di leggere non capisco molto l'ultima parte) ma non ho sentito parlare né di malattia peyone (scusate ma non so il nome) né di una cura, mi è stato prescritto un integratore alimentare: Tunic Aid che tra l'altro ancora dopo un mese non è arrivato in farmacia a causa della terribile emergenza.
Devo preoccuparmi e andare da un altro andrologo per un altra cura o la fibrosi può avere un decorso benigno?
ho visto foto su internet orribili e sono molto preoccupato, a 19 anni si può già avete una malattia di quel genere?
Poi sarà una mia impressione ma mi sembra che si stia piegando sempre di più (probabilmente è qualcosa di psicologico) , ma vorrei evitare se possibile interventi alla mia età al pene. Posso allegare foto in privato se necessario per valutare se la curvatura è grave o meno.
Grazie mille per la risposta e buona giornata

[#1]  
Dr. Andrea Militello

52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)
ACRI (CS)
MILANO (MI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Non possiamo escludere la presenza di un morbo di La Peyronie post-traumatico consiglio di eseguire perlomeno un ecografia peniena di controllo e chiaramente una valutazione con autoscatto in erezione dall'alto e laterale
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente
È stato eseguito un Ecodoppler e lo specialista ha scritto: PLACCA FIBROSA IN SEDE DORSALE DEL TERZO PROSSIMALE ho anche fatto vedere le 4 foto da tutte le angolazioni ma comunque non ha parlato né di malattia né di cure medicinali se non Tunic aid, posso stare tranquillo ? È anche stata eseguita una ecografia e un analisi palpando il membro

[#3] dopo  
Utente
Ho pensato di assumere insieme agli integratori consigliati anche degli integratori appositi per la malattia di peyronie, essendo degli integratori non dovrebbero avere effetti indesiderati e quanto meno potrei prevenire in futuro problemi vari e gravi, cosa mi consiglia, è impossibile andare da un urologo in questo stato di quarantena quindi ho paura che questi di mesi possano portare danni gravi.